Archivi del mese: dicembre 2012

NFL in pillole (30-12-2012)

Versione breve causa capodanno in arrivo.

Lovie Smith, una delle vittime del Black Monday

Lovie Smith, una delle vittime del Black Monday

Questo è il cosidetto black monday, quando molti GM e coach in giro per la lega vengono licenziati, il fatto che coincida con l’ultimo giorno dell’anno gli dà quel qualcosa in più che da proprio l’idea di una nuova partenza, di liberazione da un brutto periodo ai tifosi delle squadre deluse!

E’ saltato Andy Reid a Philadelphia, e nessuno è sorpreso anche se non si può certo negare che il rosso ha portato stabilmente gli Eagles tra il football che conta.

E’ saltato Romeo Crennel a Kansas City, dove si è salvato per ora il GM Pioli, e difficilmente ci sarà qualcuno che gli ridarà una panchina di capo allenatore.

E’ saltato Pat Shurmur a Cleveland, così come il GM, e nessuno è sorpreso dal fatto che a Cleveland si riparta, di nuovo, per l’ennesima volta, da capo. Continua a leggere

Categorie: NFL, Pillole | Tag: , , , , , , , , | 3 commenti

GIUGNO 2012: Lebron & SuperMario

Gioia per due

Gioia per due

A poche ore dalla fine del 2012, arriviamo in qualche modo a parlare di Giugno e iniziamo andando a curiosare quello che fanno i cugini francesi: sulla terra, che ritorna rossa, del Roland Garros va in scena la 111esima edizione degli Open di Francia, seconda prova annuale dello slam e ultimo canto per quel che riguarda il 2012 di Nadal, che celebra il settimo sigillo sui campi di Parigi elogiando la sua forza mentale, dichiara “conta la testa”, ma sarà il fisico a tradirlo. Il Roland Garros, però, ultimamente ha avuto un retrogusto italiano, soprattutto grazie ai successi di Francesca Schiavone, finalista nelle ultime due edizioni e vincitrice di una di esse. Questa volta la “leonessa” cade al terzo turno, ma questo, come avevamo accennato qualche mese fa, è l’anno della Erranivinci, che nella versione da “singola” arriva fino alla finale, poi persa a favore della Sharapova, mentre in quella “doppia” conquista il primo titolo dello Slam per una coppia italiana in gonnella. Tra i maschi ci pensa Seppi a tenere alto il tricolore arrivando sino a dove umanamente possibile, perdendo contro Djokovic, facendolo comunque soffrire, portando il match al quinto set. Continua a leggere

Categorie: Un mese di sport | Tag: , , , , | 3 commenti

I Maya avevano ragione!

Mi scoccia dirlo, perché io ero uno degli scettici. Quando leggevo gli articoli che preannunciavano la fine del mondo o finivo su una di quelle trasmissioni televisive catastrofistiche, mi facevo sempre due risate. Ma chi può essere così stupido da crederci? pensavo e giù altre risate. Invece, alla fine è venuto fuori che lo stupido ero io. Certo, siamo ancora tutti qui, niente cataclismi o sparizione delle stelle, né buchi neri improvvisi o il sole che decide di spegnersi di punto in bianco, ma la fine del mondo è arrivata. Sarebbe inutile negarlo.

 In quale altro modo, infatti, si potrebbe definire la situazione di Los Angeles? Continua a leggere

Categorie: NBA, Orange & Purple | Tag: , , , , | 9 commenti

MAGGIO 2012: playoff e tappe

++ CALCIO: DELIO ROSSI AGGREDISCE LJAJIC IN PANCHINA ++

Adesso te le do…

A maggio iniziamo con il calcio, è una scelta forte, ma andava fatta: si concludono i campionati, si concludono le coppe e si scaldano i motori per gli Europei. Tanta roba insomma ma cerchiamo di essere i più sintetici possibili: gli schiaffi di Delio Rossi a Ljalic e la papera di Buffon contro il Lecce restano sullo sfondo, mentre il centro del palcoscenico se lo prendono i coach vincenti. Di Matteo probabilmente non lo sa nemmeno lui come ha fatto, ma sull’albo d’oro della Champions compare il nome del Chelsea dopo anni di assalti falliti più per sfortuna che per demerito, la squadra del magnate russo Abramovich conquista il trofeo quasi da outsider, con le barricate e i gol del leone Drogba, portando per la prima a volta a Londra il massimo trofeo calcistico europeo. Probabilmente anche Mancini non sa come sia successo, d’altronde era sotto 2-1 al 90esimo e virtualmente secondo, poi i continui assalti nel finale hanno trovato doppia soddisfazione e con la vittoria sul QPR per 3-2 è arrivato anche il terzo titolo nazionale per i Citizens. Continua a leggere

Categorie: Un mese di sport | Tag: , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Un modo diverso di raccontare sport esiste

Ieri sera ho goduto davanti alla tv e non parlo della schiacciata di Gasol, dei tiri impossibili di Kobe, o delle sessioni di jazz di Melo, nemmeno dello strapotere di Lebron o semplicemente del basket che scorre nelle vene e nelle mani di Durant, ho goduto per 5 ore (alla faccia dei maiali) guardando uno dei punti più alti toccati dal giornalismo sportivo italiano degli ultimi anni, solitamente abituato a rortolarsi nel fango. Continua a leggere

Categorie: Sport e Televisione | Tag: , , , , , , | Lascia un commento

Lo chiamano Megatron

"Calvin Ha le stesse mani di Megatron"

“Calvin ha le stesse mani di Megatron”

Quando tra 10 anni racconteremo le gesta di Calvin Johnson, sarà necessario parlare anche di Roy Williams, WR, settima scelta assoluta del draft 2004 dei Lions di Matt Millen, che in qualche modo s’è conquistato uno spazio in questa storia. È lui a “lasciar cadere” in pasto ai media e ai tifosi il soprannome che in qualche modo ci lancia verso il futuro (almeno qualcosa di diverso rispetto alle noiosissime iniziali abbinate al numero). Nella stagione da rookie del prodotto da Georgia Tech, sono già in tanti a strabuzzare gli occhi, lui, Roy Williams, lo marchia: “È Megatron, è un atleta differente: è più grosso e più veloce di me”.

Il riferimento al cattivo dei Transformer denota intanto il livello culturale del suo compagno di squadra, già è tanto che non abbia citato Dumbo o Bambi, ma soprattutto scappa un sorriso quando lui stesso si prende a paragone (“più di me”): aaaah, l’egocentrismo dei ricevitori ha pochi eguali. Ma Williams esce in fretta da questa storia, perché Megatron inizia a brillare di luce propria. Continua a leggere

Categorie: NFL | Tag: , , , , , , | 2 commenti

NFL in pillole (23-12-2012)

Scusandomi in anticipo perché questa settimana ho potuto vedere poche partite ecco a voi queste pillole natalizie:

I Falcons non scherzano affatto, anzi, dopo un momento di appannamento sembrano di nuovo girare al massimo, specie in attacco. E quando hai una coppia di ricevitori come White e Jones…

I Lions sembrano una di quelle squadre in cui ognuno fa la cosa sbagliata al momento sbagliato, ed in questi casi le colpe partono dal vertice.

Calvin Johnson è un mostro. Continua a leggere

Categorie: NFL, Pillole | Tag: , , , , , | 5 commenti

Blog su WordPress.com.