NFL in pillole (wild card)

Si, ci sono stati weekend di Wild Card migliori di questo.

Ora, se pensate che l’NFL debba aumentare il numero di squadre qualificate per i playoff potete pure smettere di leggere questo pezzo.

Breve accenno sulle panchina che stanno cambiando: gran colpo quello dei Chiefs che prendono Reid e danno seriamente l’impressione di voler puntare a ritornare grandi dopo anni di galleggiamento, ora serve trovare un QB però!

Marrone ai Bills è una scommessa, ma sinceramente le poche volte che ho visto giocare Syracuse mi son sempre divertito.

Chip Kelly rimane ad Oregon: o non gli hanno dato il potere che voleva oppure ha avuto rassicurazioni sul fatto che le sanzioni per Oregon tarderanno ad arrivare.

I Bengals di Lewis si confermano squadra che fatica ai playoff e quindi di nuovo tutti a chiedere la testa dell’Head Coach e pronti ad etichettare Dalton come chocker: non è che semplicemente hanno sempre incontrato squadre più forti di loro?

Wade “Cicciobello” Phillips

La partita è stata decisa sostanzialmente dalle difficoltà di Cincinnati a muovere la palla per più di 3/4 di partita: merito della difesa dei Texans tornata ad ottimi livelli o gameplan sbagliato?

Ribadisco che, per me, i Bengals debbono assolutamente trovare un RB efficace o rimarranno sempre nel limbo.

Trovare un sostituto di Maualuga non sarebbe male …

I Texans vanno dove li porterà la loro difesa e Foster, non credo che questo Schaub possa fare la differenza in positivo.

Quando vedi Wade Phillips felice ti viene sempre la voglia di abbracciare un peluche!

L’infortunio di Ponder poteva scombussolare i piani pre-gara dei Packers! Poi hanno visto uscire dal tunnel Webb e hanno capito che non ci sarebbe stato bisogno di nessun piano.

L’importanza del backup quarterback nel football è sempre troppo sottostimata.

Webb male male, ma il gameplan dei Vikings non sembrava fatto per aiutarlo, anzi!

I Packers hanno vinto in scioltezza, con l’impressione di non aver neanche avuto la necessità di aumentare le marce. Ma è stata vera gloria o solo “merito” di questa versione dei Vikings?

McCarty ha detto che aver giocato contro Webb li ha sicuramente preparati al dover affrontare Kaepernick sabato prossimo! Iniziamo già con le offese?

Clay Matthews ed il sack più involontario che la storia NFL ricordi. La faccia di Kalil dopo che vede vanificare i suoi sforzi di buttare a terra il rusher dei Packers è impagabile.

Poteva essere l’ultima partita della carriera di Ray Lewis. Per sua fortuna non lo è stata, ma se i Ravens vogliono vincere a Denver forse dovrebbero pensare ad utilizzarlo molto meno del solito perché le sue condizioni non sembravano proprio al meglio…

Al di là di tutto, è stato un onore poter seguire dal “vivo” la carriera di un giocatore del genere.

L'ultima danza di Ray

L’ultima danza di Ray

Veder giocare l’attacco dei Ravens ti dà sempre quella voglia di tirare qualcosa al televisore per spaccarlo perché danno l’impressione di non giocare mai come dovrebbero o di farlo solo per poco tempo!

Boldin è in declino fisico? Assolutamente si! Può essere ancora decisivo? Certamente, ma ormai le sue ricezioni sono sempre più contestate e difficili. Il fatto è che rimane sempre la più affidabile arma di Flacco perché Torrey Smith non sembra voler diventare più costante.

La stagione dei Colts è stata oltre ogni più rosea previsione, forse anche migliore di quello realmente meritato, ma in questa partita si è ampiamente visto che la strada da fare per tornare ad essere una contender è ancora tanta. Detto questo hanno l’uomo che ce li può guidare.

Luck è un rookie, e come tutti i rookie fa errori, anzi, come tutti i giocatori fa errori. Migliorerà? Penso che in pochi hanno dubbi a riguardo, magari giusto Phil Simms…

Il football è uno sport di squadra, lo sport di squadra per eccellenza, discutere su cosa avrebbe fatto qualcuno con un’altra squadra o con altri giocatori accanto o senza alcuni di questi è, come dire….una solenne puttanata!

La sfida tra Seahawks e Redskins doveva essere la più interessante del weekend e certamente lo è stata ma per favore, prima di far giocare un’altra gara di playoff in casa a Washington obbligateli a rifare il manto erboso che sembrava di giocare a San Siro! (E pare che le condizioni del Candlestick non sia molto meglio per sabato….)

L’inizio di gara di Washington è stato molto aggressivo, correvano molto bene e stavano superando fisicamente Seattle, poi, una volta sul 14-0, hanno come giocato al risparmio e poi non sono più riusciti a ricambiare marcia anche per le condizioni fisiche di RGIII.

Si, io non lo avrei cambiato finché non si è fatto definitivamente male.

Nei playoff si gioca per il presente, non per il futuro.

Matt Ryan è pronto

Matt Ryan è pronto

Continuare a definire Griffin un “QB runner” significa non conoscerlo.

Non so se è stato più merito dell’attacco di Seattle che ha cambiato modo di giocare (corse, TE e scramble di Wilson) o demerito della difesa dei Redskins che arrivava sempre in ritardo e sbagliava gli angoli di placcaggio, ma dal secondo quarto in poi non c’è stata partita.

Nell’AFC sembra tutto pronto per un championship tra Broncos e Patriots, ma specialmente i Ravens mi sembrano la squadra ideale per giocare da underdog.

Atlanta è il seed numero 1 più sottovalutato di tutti i tempi probabilmente. Per me, ripeto, sono i favoriti della NFC per andare al Super Bowl, specie se il riposo, mentale e fisico, post vantaggio casalingo acquisito ha fatto il suo dovere.

La difesa dei 49ers sarebbe peggiorata rispetto all’anno scorso? Ha fatto meno turnover questo si, ma ha concesso 14 yard in meno rispetto all’anno scorso, con 30 in meno sui passaggi. Io mi prendo quella di quest’anno. Il problema sono le condizioni in cui giocherà Justin Smith.

Prima volta sulla baia da giocatore avversario per Rodgers, lui che era tifoso niners sin da bambino. Dai che tifi ancora per noi Aaron…

Categorie: NFL, Pillole | Tag: , , , , , , , , , , , , , , , | 11 commenti

Navigazione articolo

11 pensieri su “NFL in pillole (wild card)

  1. Capitolo RG3: non sono d’accordo sul tenerlo in campo e sul discorso presente/futuro e presto scoprirai anche perché #articoloinarrivo mentre sono d’accordo sulla seconda parte del discorso RG3.

    Kalil è davvero dominante.

    Su Atlanta non mi sbilancio più più più!!!

  2. maxmicio

    Sono d’accordo con l’utente azazelli su RGIII. Domenica Griffin dopo i 2 TD non ha più giocato neanche nel presente.
    Il primo 🙂 di una giornata di m…

  3. robys90

    Capitolo Kansas: Flynn, Vick o draftare Geno con la 1 anche se penso non la valga; in qualsiasi caso faranno cagare anche l’anno prossimo.
    Concordo su Cincy, dai un opzione di corsa valida a Dalton e sono da PO per i prossimi 4 anni.
    Vikinghi svutati da una RS giocata a tutta per agguantare i PO mentre i Packers sono arrivati più motivati e sicuri dei propri mezzi e hanno recuperato CMIII (che animale); secondo me rimangono i favoriti in NFC.
    Tifo Dallas ma a casa ho la maglia di Lewis.
    Luck batterà il record di Brees (sempre che non lo ribatta lui o Tom il prossimo anno) e porterà i Colts a squadra dominatrice AFC, non il prossimo ma tra 2 anni.
    Seattle se la gioca quantomeno alla pari, visto che ha la secondaria migliore della lega e Atlanta mette la palla solo per aria; se poi ci mettiamo la storia recente dei Falcons ai PO… (peggio dei Cowboys).
    CHAMPIONSHIPS AFC Denver – Patriots perchè se un’era deve finire è giusto che la finiscano i migliori di quest’ultima.
    CHAMPIONSHIPS NFC Atlanta – Packers perchè una ha il fattore campo e gli altri hanno un semi Dio, e poi un QB rookie prima o poi lo paghi sempre.

    Redskins: ne ho già parlato in un’altro blog, nella stessa “ridente” città si è verificato un caso simile a ottobre, più precisamente in MLB ai Nationals. Riassumo: Washington ha allestito una squadra giovane e solida con una rotazione di battitori molto valida ed una batteria di lanciatori da top 3 capitanata da Gio Gonzales, Zimmerman e STRASBURG. Dopo una eccezionale RS dove hanno chiuso al primo posto della lega (davanti a Yankees, Texas, Giants, Detroit) il Manager Davey Johnson e il Pitching Coach Steve McCatty hanno deciso di non far giocare il povero Strasburg (anno 88 e alla prima stagione completa nella Major) nei PO per non rischiare di compromettere la sua giovane carriera. Apriti cielo! Tutti contro il manager che manda a pu***ne tutto il buon lavoro fatto e le speranze di vittoria. Poi piano piano tutti si sono accorti che:
    1) la squadra era inesperta a certi livelli e in partite da dentro fuori;
    2) Strasburg dominerà lo stesso la lega nei prossimi 7 anni se rimarrà sano;
    3) se gestisci bene i tuoi giocatori sia fisicamente che firmando FA di livello e non albatros, vedrai che prima o poi i risultati arrivano.
    Io sono dell’idea che per quanto diversi i due sport e le situazioni singole, ci siano molte coincidenze nei 2 casi. Poi salta fuori che il medico dei Redskins non aveva dato l’ok a far giocare RGIII ma su pressioni dello stesso, il buon vecchio Mike lo abbia fatto giocare ugualmente.
    Washington non avrebbe vinto ugualmente il Super Bowl quest’anno, ma se le ultime voci di 2 lesioni al ginocchio di RGIII che potrebbero fargli saltare parte o tutta la prossima stagione sono vere, saranno cazzi grossissimi per la famiglia shanahan .

  4. Conosco un solo giocatore di football, NFL o altro, che si è tirato fuori dal campo per un infortunio: Jay Cutler. Gli altri o li tira fuori il dottore o non usciranno mai dai soli, e capisco anche il coaching staff che si fida delle parole del proprio giocatore. Al massimo contesto il gameplan attuato nella seconda parte di partita dai Redskins (avrebbero dovuto utilizzare maggiormente pistol e shotgun per evitargli troppi spostamenti).
    Il ginocchio malandato comunque era il destro, e quello di caricamento è il sinistro, quindi lanciando non penso che gli fava molti problemi.
    Kaepernick non è un rookie comunque.

    Strasburg veniva da un infortunio al braccio di lancio, la sua meccanica di lancio ha fatto sempre avere qualche dubbio sul lungo termine e quindi posso capire la voglia di preservarlo.
    Se rimarrà sano, se gestisci bene, se firmi i giocatori giusti….sono tanti se comunque, e non su tutti si può avere controllo.
    Bisogna stare attenti perché a furia di pensare sempre al domani non si vive il presente. 😉

  5. Immagino che quando robys parlava di rookie nella NFC si riferisse a Wilson e quindi al fatto che non vede seattle al championship.

    Sulla gamba di carico….rispondo sui commenti del mio pezzo 😀

    • Roby

      Mi riferivo a tutti e 2 i QB, come ho detto nel commento dopo anche se Kaepernick è al secondo anno non ha esperienza nei PO ed ha fatto solo mezza stagione da titolare. I “miracoli” stile Brady sono capitati e ne arriveranno altri ma tendo ad escluderli di base nelle mie previsioni. Comunque felice di essere smentito XD

  6. Roby

    Appunto perchè un giocatore solitamente non si tira mai indietro e, anzi continua a giocare anche sopra a malanni un HC dovrebbe salvaguardarlo, tanto più che il medico dei Redskins non aveva dato l’ok per farlo giocare! Anche in pistol e shotgun basta un sack per far riacutizzare il dolore e se non puoi muoverti velocemente i difensori ti blitzano di continuo e rischi comunque di farti male. Poi se togli le corse di RGIII all’attacco di Washington tutto diventa più leggibile con un option in meno e così è stato domenica.
    Su Strasburg intendevo solo la diversa gestione del giocatore, se a Griffin togli la corsa, rimane si un ottimo QB ma togli la sua arma migliore, quella con cui è abituato a giocare e vincere: ti faccio un esempio : se a Ray Allen togli il tiro da 3, rimane ugualmente un fenomeno nel basket ma diventerebbe molto meno pericoloso e marcabile (ok è un esempio del cazzo ma aveva solo lo scopo di spiegare la mia tesi).
    Ora non voglio dire “io ho ragione o tu hai torto” ma secondo me quando sacrifichi una quantità spropositata di scelte per il tuo ruolo base (QB) e vuoi costruirci sopra qualcosa per il futuro, ci pensi 3-4-5-6 volte prima di mandarlo in campo in condizioni non ottimali e/o a rischio infortunio. E poi ti stai giocando una WILD CARD mica il Super Bowl…

    Kaepernick sarà anche al secondo anno, ma ha visto il campo da metà stagione e non ha esperienza nei PO; mentre Smith per un pelo (ginocchio) non vi ha portato (non ricordo se tifi San Francisco, scusa) al grande ballo lo scorso anno. Credo che questa inesperienza la possa patire nella prossima contro i Packers soprattutto con di fronte Matthews e Woodson.

    Vorrei sottolineare che non intendo dire che uno dice cazzate e io no, ma è solo una mia opinione che mi diverto a scrivere su questo bel blog così da discuterne in maniera pacifica. XD

    • Beh anch’io espongo la mia opinione e non dico certo che l’altro dice cazzate.
      Però se mi dici che l’arma migliore di RG3 è la corsa non potremo mai andare daccordo! E neanche con aza! 😀
      Nel football purtroppo ti puoi fare male in qualsiasi azione, e difficilmente puoi pianificare come comportarti per evitare di farlo o per evitare di essere colpito forte. In TV magari lo si può fare, ma in campo assolutamente no. Infatti poi vai a vedere e i 2 infortuni gravi di domenica, non dimentichiamo quello di Clemons infatti, sono arrivati per il campo.
      E’ vero che non ti giocavi il SB ma “solo” una wild card, ma senza quella WC di sicuro non ti giocheresti il SB. 😀
      Io penso che ci hanno pensato molte volte prima di prendere quella decisione,ma per me non la cambierebbero neanche se la partita si rigiocasse domani.

      Sinceramente io non sono fiducioso più per la parte difensiva (dipenderà molto dalle condizioni di Justin Smith) che per quella offensiva, anche perché se GB pensa di essersi preparata a Kaepernick giocando contro Webb….

  7. Roby

    Intendevo che la forza di Griffin è la sua imprevedibilità, può correre sia lui che Morris e quindi ad ogni snap devi lasciarne almeno 6 in linea ed il resto in copertura con poche possibilità di raddoppio, a differenza di Luck che sai già che lancia e allora ne metti 4.
    Non credo che Washington potesse arrivare al SB neanche con tutti sani, figurarsi con Griffin a mezzo servizio.
    Secondo te, contro Atlanta fuori casa e poi nella Baia o vs i Packers avrebbero avuto possibilità? Per me poche.

    Concordo che dipenderà molto se ci sarà JS, ma erano fiduciosi anche i Texas per la loro parte difensiva e credo ti ricorderai come è andata…

    • No, non credo che Washington potesse arrivare al SB, ma di sicuro se non ci tenti non ci arrivi.

      Beh, noi li abbiamo già affrontati, e non è andata male…. 😀
      E’ vero che è passato tanto football da allora ma la difesa, se al completo, non mi preoccupa molto ma come non mi preoccupava l’anno scorso in un eventuale sfida a quei Packers. Nelle ultime giornate GB sta correndo meglio ma non ha neanche affrontato grosse difese. Vedremo…
      E’ vero che da qualche parte ho letto: “SF è rimasta uguale alla week 1 a parte il QB!” E ti pare poco cambiare il QB? 😀

  8. robys90

    Cambiare QB è come cambiare il pilota ad una macchina da F1, può essere ottima ma se ha caratteristiche diverse uno dei 2 (se non tutti e 2) deve adattarsi, e ci vuole molto tempo, a volte anche troppo. Partita apertissima e penso spettacolare come il divisional dell’anno scorso contro i Saints.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: