Marco Pantani, 9 anni dopo, come oggi.

Sulla scia di quanto scritto da Carmine poco fa, rispolvero un post scritto precisamente un anno fa, sul forum di playit, riadattato parzialmente al 2013, le sensazioni e i ricordi restano immutati.

CICLISMO: IL MEMORIAL PANTANI DIVENTERA' UNA 'CLASSICA'

Quand’è il 14 Febbraio non si può non pensare al residence “Le Rose”, come tutti gli anni, da 9 anni. In tanti si sono sentiti traditi quel 5 giugno 1999 a Madonna di Campiglio, probabile che lui sia stato uno di quelli.

Passano gli inverni, ma dentro di ognuno di noi resteranno sempre indelebili alcune diapositive, come quando ti chiedono dove eri o cosa facevi quando c’ è stato l’ attacco dell’11 settembre, doveericosafacevi il giorno che l’ Italia ha vinto il mondiale 2006, doveericosafacevi quando arrivarono le prime immagini del muro di Berlino che cadeva a pezzi, ecc ecc ecc….Io Pantani lo voglio ricordare con 5 doveericosafacevi:

1-doveericosafacevi il 4 giugno 1994…la prima tappa a Merano, era di sabato, avevo 13 anni ed era appena finito catechismo, nel circolo sotto l’oratorio, guardavano la tappa…in cui questo sconosciuto (sicuramente per me lo era) aveva fatto il numero, corsi a casa più forte che potei per vedermi l’arrivo. L’ hanno lasciato andare dicevano, domani tocca al suo capitano Chiappucci…il giorno dopo replicò, non smise più di scattare in salita.

2-doveericosafacevi il 27 luglio 1998 (lunedì), 15esima tappa del Tour de France….se dici la tappa che arriva a “Le Deux Alpes” forse qualcuno non intuisce, se dici Col du Galibier viene la pelle d’ oca; Luc Leblanc (del mitico team Polti) che con la sua gamba più corta dell’ altra sbuca dalla curva, con la pioggia che schizza dalle ruote, Pantani che è già 5 6 metri più avanti che prova a fermarsi un attimo a guardarsi indietro, perché davanti ci sono ancora 50km da fare e farli da solo forse è troppo anche per lui…dietro a Leblanc il mastodontico Jan Ullrich…un attimo di indecisione, poi via…Ullrich non lo rivedrà più nemmeno ad affacciarsi di sotto…il distacco lo si misura con la sveglia: 9 minuti, roba da Coppi, roba da far vincere il Tour. Quella tappa come tutte le tappe di quegli anni la si vive sul divano, tutti i santissimi pomeriggi, in attesa che ci sia l’arrivo e si possa commentarla con il nonno…grandissimo appassionato…come lo sono stati tutti i nostri nonni.

3-doveericosafacevi il 5 giugno del 1999, è ancora un sabato…i miei son fuori in vacanza, a pranzo, in uno degli ultimi giorni di scuola (quarto Liceo), vado da mia zia, suo marito era un gran appassionato di ciclismo, tra i dirigenti dell’ associazione ciclistica del paese, la notizia era giunta già sull’autobus, ma si stentava a credere, la conferma arriva da lei affacciata alla finestra mentre cammino verso casa sua. Ci si sente vuoti.

4-dovericosafacevi giovedì 13 luglio 2000? Diplomato da pochi giorni, il periodo più stressante della vita di un teenager che se ne va e si porta via tutte le tensioni, l’attesa per la vacanza estiva, il relax con le tappe del giro e del tour che accompagnano i pomeriggi di studio (prima) e di fancazzismo (poi). Pantani che diventa l’elefantino e Armstrong che diventa l’americano, non si chiamano per nome, non si vogliono bene. Quel giorno sul Mont Ventoux, Lance dichiara di averlo fatto vincere, 4 giorni dopo a Courchevel il Pirata mette tutti d’accordo, scatta a 5 km dall’arrivo raggiunge e supera Jimenez (altra storia triste) e conquista quella che sarà poi la sua ultima vittoria.

5-doveericosafacevi quell’ultimo sabato della sua vita, il 14 febbraio di 9 anni fa: ero a casa, davanti al pc, la tv spenta…la voce di mia madre dall’ altra stanza che mi invita ad accendarla su Rai2 che dicono sia morto Marco Pantani.

Per certe cose si resta bambini, io continuerò ad emozionarmi e a commuovermi ogni volta che penserò seriamente a questa storia, alle emozioni che c’ha regalato, nel bene e nel male, alle immagini che ci ha lasciato.

Quando guardare una bicicletta che saliva era come sognare. Quando ci si rende conto che alle volte “rialzarsi sarà molto difficile”.

Ciao Marco.

Pantani_sdato_all_arrivo

Un tifoso.

Annunci
Categorie: Amarcord, Ciclismo | Tag: , , , , , , , , , | 1 commento

Navigazione articolo

Un pensiero su “Marco Pantani, 9 anni dopo, come oggi.

  1. Pingback: 3 agosto 1998 – Marc de Triomphe | Quel che passa il convento...

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: