(E)X Factor – L’importanza di CJ Watson

La rimonta Bulls è partita dalla schiacciata sbagliata di CJ Watson. Questo è quello che sarà ricordato di questa serie sull’ex giocatore Bulls, se Chicago dovesse vincere una delle prossime due gare.
Proprio per colpa di quella schiacciata, in pochi si stanno accorgendo di quanto invece Watson sia stato un fattore in questi Playoffs e di quanto possa essere la chiave di volta per una eventuale rimonta di Brooklyn.
Gran parte della serie passa da quanto i Nets riusciranno a mandare all’aria il piano difensivo di Thibodeau, che è stato chiaro fin da gara1: i long two sono concessi, soprattutto a Brook Lopez, ma la priorità è chiudere l’area. Con CJ Watson il campo si apre molto di più e i risultati sono abbastanza lampanti.Immagine 1
Ma oltre che rendimento di squadra, credo che sia priorità dei Nets il rendimento di Deron Williams all’interno dell’area. Anche qua, con CJ Watson in campo i risultati son estremamente incoraggianti per lo staff tecnico dei Nets.
Immagine 2


Andiamo quindi ad osservare un paio di situazioni tattiche che favorirebbero Deron Williams nell’attaccare il ferro.
Una situazione interessantissima la si è vista fin da Gara 1. Nell’immagine che segue si può vedere come Jimmy Butler si occupi di Deron Williams, mentre Nate Robinson sia accoppiato con CJ Watson.

Immagine 3

A questo punto la mossa più ovvia è quella di cercare di portare il difensore più debole (Nate Robinson) sull’attaccante più forte (Deron Williams). Come fare? Forzando un cambio.

Immagine 4

A questo punto per Deron Williams è fin troppo facile battere in palleggio Nate Robinson ed arrivare al ferro, complici la cattivissima transizione difensiva di Boozer e Belinelli.

La seconda situazione si è verificata addirittura in un possesso chiave di una partita. Chi conosce un minimo la difesa di Thibodeau sa bene che la priorità è andare a formare il cosiddetto “quadrilatero”, soprattutto quando un esterno avversario pericoloso ha palla in mano.

Immagine 5

Purtroppo in questa situazione anche il meccanismo difensivo dei Bulls va ad incepparsi perché:
-Noah va a trovarsi sul lato forte e non può staccarsi dal suo uomo
-Butler ha indicazioni precise di stare appiccicato a Joe Johnson (se guardate il cronometro capite quanto sia importante)
-Daequan Cook non può lasciare CJ Watson solo in angolo

Per capire quanta priorità abbia CJ Watson in questa situazione basta guardare i movimenti immediatamente successivi della difesa dei Bulls.

Immagine 6

Tutta la difesa si è mossa, anche a costo di lasciare un giocatore del calibro di Joe Johnson in grado di ricevere con metri di spazio, ma Cook non ha mosso un singolo passo. Avanti di 4 la cosa più importante da evitare per Thibodeau è lasciare una tripla dall’angolo di CJ Watson, anche se questo dovesse voler dire 2 punti facili di Williams (come sarà) oppure una tripla di Johnson relativamente semplice.
Ma non finisce qua. Allo stato attuale infatti i Bulls possono schierare con continuità tantissimi buoni/ottimi difensori sulla palla, ma a mio parere uno solo di questi è un difensore efficace lontano dalla palla: Kirk Hinrich.
Luol Deng e Jimmy Butler sono strepitosi quando si tratta di fronteggiare, condizionare ed aggredire il loro diretto avversario, forti di braccia lunghe e ottima velocità di piedi rapportata al tonnellaggio. Questo permette loro di tenere anche giocatori all’apparenza più veloci di loro e non è raro vedere Deng marcare una Shooting Guard e Butler occuparsi addirittura di una Point Guard in situazioni particolari.
Sono però molto meno a loro agio quando si tratta di inseguire un giocatore, proprio perché la loro fisicità gli impedisce di avere l’agilità sufficiente per muoversi attraverso i blocchi avversari, ancor più in presenza di signori bloccanti come Reggie Evans.

Anche qua, coperta corta e questione di priorità. La priorità è limitare il gioco on the ball di Deron e quello off the ball di Watson, ragion per cui Hinrich è accoppiato con l’ex Bulls, mentre Butler si occupa di Williams.

Immagine 7

Basta un doppio blocco per evidenziare la differenza di rapidità (che troppo spesso è confusa con reattività), ed il risultato è una tripla wide open dall’angolo di Williams. Nella serie Deron è 2/2 nei Corner 3, entrambi i tiri presi con Watson in campo. Un caso? Per niente.

Immagine 8

E se a questo ci aggiungessimo le non perfette condizioni fisiche di Kirk Hinrich, che potrebbe perfino saltare le prossime gare?
Carlesimo, da tifoso Bulls, io spero tu non mi stia leggendo.

Annunci
Categorie: NBA | Tag: , , , , , , , | 5 commenti

Navigazione articolo

5 pensieri su “(E)X Factor – L’importanza di CJ Watson

  1. Ottima spiegazione.
    E dire che ho ancora in mente la cazzata fatta da Watson l’anno scorso in gara 4(o era 3?) quando passò la palla ad Asik in contropiede a pochi secondi dalla fine con questo che poi subì fallo, fece 0 su 2, e noi perdemmo la partita….

    • Intendiamoci, io ODIO CJ Watson e lo trovo un giocatore non adatto a gestire un attacco, nemmeno da Backup PG. Non è un caso che il suo +/- sia in negativo, nonostante le due vittorie nette dei Bulls.
      Tuttavia la situazione col doppio play è per ora un mezzo rebus anche per Thibodeau, e Carlesimo non la sta cavalcando (per fortuna).
      Con un quintetto Deron-CJ-Johnson-Blatche-Lopez per me la situazione diventerebbe quasi ingestibile per i Bulls, perché Blatche non puoi ignorarlo come Evans. Quindi o lasci più spazi per forza, o fai stuprare Bulls o metti Taj (perdendo quindi il nostro principale attaccante, sic). Ed in più permetti a Deron di giocare Off the Ball.
      Quanto è stato cavalcato finora questo quintetto (che sui 48 minuti frutta 108 punti)? Poco più di 10 minuti complessivi. Per nostra fortuna.

      • Beh si, da dove la giri giri, la nostra coperta è un po’ troppo corta, e le condizioni fisiche di molti la rendono ancor più corta.
        Non ho ben capito se Hamilton non sta giocando perchè non in grado fisicamente o perché è finito nella cuccia di Thibodeau? E comunque è in scadenza no?

      • E’ acciaccatissimo. E non è in scadenza, ha un contratto che non è garantito per l’anno prossimo (a livello monetario, non di cap space).

  2. Dopo il successo di questo pezzo pre gara6, son sincero….non mi aspettavo un pezzo pre gara7 😀 ed infatti…..

    Buona partita per stanotte :fischia:

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: