500 Miglia per la Gloria

Chi passerà per primo la Brickyard più famosa del mondo?

Chi passerà per primo la Brickyard più famosa del mondo?

E’ giunto il week-end più caldo per il motorsport a stelle e strisce. Domenica si corre la 500 Miglia di Indianapolis, la corsa con più fascino, la più faticosa, la più veloce, la più pazza e imprevedibile del mondo dei motori. Prevedere chi passerà per primo la celebre Brickyard è quasi impossibile, perché in una gara del genere qualsiasi dei 33 partenti ha chance di vittoria. Vediamo chi sono i favoriti e i possibili protagonisti di Domenica (Nota: tra parentesi di fianco al nome la posizione sulla griglia di partenza)

 FAVORITI

Marco Andretti (3°): Il figlio di Michael Andretti arriva all’appuntamento sull’ovale di Indianapolis da secondo in campionato. Nel 2006 sfiorò la vittoria da rookie. L’Andretti Autosport ha dimostrato di aver trovato un assetto ottimo per l’auto dominando le prove, ora tocca a lui a scrivere il nome Andretti di nuovo sull’albo della 500 miglia

Helio Castroneves (8°): il brasiliano del Team Penske è un altro dei favoriti per la vittoria finale. 3 vittorie all’attivo ad Indianapolis, è tra i piloti con più esperienza. Sempre velocissimo sugli ovali, è alla ricerca della quarta vittoria su questo circuito

Arriverà la quarta?

Arriverà la quarta per Franchitti?

Dario Franchitti (17°): Mr Indianapolis. 3 vittorie per lui (2007, 2010, 2012) con intelligenza, astuzia e un po’ di fortuna. La diciassettesima posizione in griglia rispecchia la stagione non brillante dello scozzese, ma negli anni scorsi ha dimostrato di essere il pilota che sa interpretare meglio la Indy500. Anche lui alla ricerca del quarto trionfo

Ed Carpenter (1°): un pilota che parte dalla pole è sempre favorito. Nel corso degli anni ha sviluppato un’ottima abilità sugli ovali che lo ha portato ad essere considerato uno dei maestri su questo tipo di tracciato. Ha l’esperienza giusta per poter coronare la sua carriera con la vittoria ad Indianapolis

 

OUTSIDER

Scott Dixon (15°): una vittoria all’attivo ad Indianapolis, come il compagno di squadra Franchitti ha faticato nelle qualifiche. Buono l’inizio di campionato per il neozelandese,  può contare sulla sua esperienza su questo circuito (è il pilota con il maggior numero di giri percorsi al comando ad Indianapolis, 346). L’anno scorso arrivò secondo dietro al compagno, quest’anno il secondo posto non gli va bene

James Hinchcliffe (9°): il pilota dell’Andretti Autosport arriva ad Indianapolis con 2 vittorie all’attivo in questa stagione (l’unico). Abile nell’adottare una strategia conservativa e non rischiosa che potrebbe portarlo nelle posizioni al vertice, è chiamato alla prova di maturità per dimostrare di poter entrare nell’elitè dei Top driver.

Diapositiva 2012: Sato all'assalto della vittoria

Diapositiva 2012: Sato all’assalto della vittoria

Takuma Sato (18°): il Giapponese arriva ad Indianapolis da leader del mondiale con una vittoria all’attivo quest’anno. L’anno scorso andò a sbattere all’ultimo giro nel tentativo di superare Franchitti per la vittoria. Nel corso degli ultimi 3 anni è maturato molto dimostrando di non essere solo uno sfascia-auto, ed avere come team principal AJ Foyt (4 vittorie ad Indianapolis) può essere un fattore

DA NON SOTTOVALUTARE

Tony Kanaan (12°): il veterano brasiliano insegue ancora la prima vittoria ad Indianapolis dopo averla sfiorata più volte.  Inizio di campionato povero per lui, ma l’esperienza maturata negli anni può essere un fattore per la 500 Miglia

Ryan Hunter-Reay (7°): campione Indycar in carica, non ha mai brillato ad Indianapolis. 1 vittoria in campionato quest’anno per lui, il suo team (Andretti motorsport) ha dimostrato fin dalle prove di essere velocissimo. Una vittoria ad Indianapolis sarebbe la ciliegina sulla torta dopo il titolo 2012

EJ Viso (4°): il venezuelano dell’Andretti Autosport è volato nelle qualifica come i compagni. Forse il meno quotato per la vittoria nel team, ma vedendo le prestazioni delle auto di Andretti, va tenuto in considerazione per la vittoria

 

LA SORPRESA

Carlos Munoz (2°): classe ’92, il colombiano al debutto assoluto in Indycar si piazza in prima fila ad Indianapolis. Si dimostra subito veloce e a suo agio sul veloce catino dell’Indiana. Arrivare nella Top10 potrebbe essere un gran risultato, ma sicuramente andrà all’assalto della vittoria, cosa riuscita nell’anno da rookie l’ultima volta a Montoya

 

GLI ALTRI

A.j. Allmendinger (5°): al debutto ad Indianapolis su un’auto a ruote scoperte, il pilota di NASCAR ha dimostrato di essere subito veloce. Potrebbe essere la sorpresa ma deve stare attento ai duelli corpo a corpo e alle sportellate specialità della Nascar

Ryan Briscoe (23°): prima gara in stagione per lui, il poleman del 2012 ha trovato in extremis un accordo per correre nel catino dell’Indiana. Appiedato dal Team Penske, tenta la fortuna con il team satellite di Chip Ganassi. Una vittoria per lui servirebbe per rilanciarlo in Indycar

Oriol Servia (13°): lo spagnolo negli ultimi anni è cresciuto molto. Poco considerato in Indycar, sta facendo una buona stagione. Negli ultimi 2 anni ha ottenuto un sesto e un quarto posto in gara, da tenere d’occhio quest’anno

Diapositiva del 2011: il sogno americano di Hildenbrand si infrange contro il muretto

Diapositiva del 2011: il sogno americano di Hildebrand si infrange contro il muretto

JR Hildebrand (10°): vincere da rookie la 500 miglia d’Indianapolis nel Memorial Day (il giorno della memoria dei soldati caduti in guerra) con l’auto sponsorizzata dalla National Guard? Hildebrand nel 2010 ci stava riuscendo, ma il sogno è svanito contro il muretto dell’ultima curva all’ultimo giro regalando la vittoria al compianto Dan Wheldon (J.R. conclude comunque al secondo posto). Alterna prestazione decenti a prestazioni disastrose. Mina vagante

Alex Tagliani (11°) e Sebastian Bourdais (15°): veterani nelle serie a ruote scoperte americane, potrebbero sfruttare la loro esperienza e quella dei loro team per piazzare la zampata che coronerebbe la loro carriera

Will Power (6°): sta vivendo una stagione drammatica, con la sfortuna che lo perseguita. Mai andato veloce sugli ovali, è alla ricerca di una buona prestazione per raddrizzare la stagione

Simona De Silvestro (24°), Ana Beatriz (29°), Pippa Mann (30°)Katherine Legge (33°): quattro donne al via. Tra loro l’unica che può ottenere una buona prestazione è la De Silvestro. Per le altre sarebbe già una vittoria entrare nella Top 25. I tempi di Danica Patrick sembrano lontani

Conor Daly (31°): menzione d’onore per essere stato il primo (e finora unico) ad aver testato i solidi muretti in cemento di Indianapolis

Categorie: Motori | Tag: , , , , , , , , , , | 2 commenti

Navigazione articolo

2 pensieri su “500 Miglia per la Gloria

  1. Volevo scrivere qualcosa di serio, poi ho letto PIPPA MAN, una donna (che lavora in un mondo così maschilista come quello dei motori) che si chiama PIPPA MAN. Chiudete tutto: ahhahahahahahahahahahahahahahahahaha

    Prima di questa scoperta: il mio tifo andrà ovviamente per il nippo, sarei comunque contento della sorpresa delle sorprese, ho capito che quest’anno per Power non ci sarà da soffrire come gli ultimi anni e perdere il titolo sempre alla fine, allora magari sorprende tutti e vince sull’ovale degli ovali, proprio lui che negli ovali fa fatica.

    Per completezza di info: diretta sky sport 2 domenica domenica ore 18

    • Esatto, ottima la info sulla diretta. Sulla Pippa Man ho controllato e il cognome non è Man ma MANN. Comunque fa sorridere. Il mio sogno è vedere il Nippo davanti a tutti. Una vittoria di Will Power è quasi impossibile, ma alla 500 Miglia quasi niente è impossibile

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: