Serate come Stasera…: 1-0!!

Cari amici, vi scrivo al termine di quella che penso rimarra’ una delle giornate che ricordero’ con piu’ piacere per anni a venire.

Non solo il mio esordio assoluto sulla sideline ha visto i nostril ragazzi portare a casa una vittoria di grinta, cattiveria e tanto cuore; ma subito dopo la partita- spinto anche dall’adrenalina che avevo in corpo- ho finalmente chiesto ad una ragazza molto speciale di uscire a cena questo venerdi’ sera. Insomma, ho avuto il mio Ian Johnson moment!

Impossibile descrivere le emozioni dei minuti successivi alla vittoria: il nostro bus che straripava di entusiasmo, il ritorno a scuola con finestrini abbassati e grida beduine, la mia consapevolezza di avere un “date” con una bellissima ragazza, noi allenatori che- dopo due ore passate con il cuore  in gola- finalmente a scherzare e a darci pacche sulle spalle…Un pomeriggio che da solo mi ha ripagato per ogni secondo di sacrificio e duro lavoro che ci ho messo in questi primi mesi. Momenti che non mi dimentichero’ mai. Momenti che mi ricordano quanto abbia per cui essere grato.

Mi ripeto costantemente “Count your blessings and not your worries”, ma stasera e’ stato veramente facile.

Ho il privilegio di allenare un gruppo di dodicenni e tredicenni con piu’ cuore che anima. Non abbiamo tantissimo talento, non abbiamo troppa velocita’ o taglia; ma giochiamo con il cuore in mano. Al 100%. Mai una parola fuori posto, mai un gesto stupido, mai una mancanza di classe. Solo tanta voglia di giocare a football, di imparare, di lottare. E’ un onore poterli aiutare. Perche’ se uno sceglie questa professione non e’ certo per I soldi o per la fama: e’ per loro, per i ragazzi.

Stasera abbiamo affrontato una squadra che probabilmente aveva leggermente piu’ talento di noi e che era stra-motivata a prendersi la rivincita dopo che l’anno scorso li avevamo piallati senza discussione. E onestamente nel primo tempo ci hanno messo in difficolta’. Dal punto di vista offensivo, dopo un primo buon drive che ci ha portato punti, abbiamo mosso la palla poco e male. Difensivamente non eravamo pronti per le loro formazioni (grazie alle regole che non permettono lo scambio di film a livello di scuola media :megaroll:) e abbiamo concesso troppe yard in corse off-tackle. Ma una volta che abbiamo apportato i nostri aggiustamenti (gia’ il fatto di convincere una volta per tutte i nostri DE che il loro compito era quello di giocare “contain” e forzare tutto verso l’interno invece di far e l’opposto e’ stato qualcosa…) li abbiamo massacrati. Nel secondo tempo non gli abbiamo fatto vedere il campo. Due o tre ragazzi hanno veramente elevato il loro gioco quando ne avevamo piu’ bisogno e siamo riusciti a portare a casa una vittoria dal sapore non dolce ma di piu’.

La cosa assurda e’ che due dei nostril tre TD sono venuti per via aerea. Il nostro rapporto corse-passaggi dovrebbe essere circa 85-15; ma il fatto e’ che stasera abbiamo scoperto di avere un WR. Questo ragazzino, Dylan, e’ 1,85, bianco e salta piu’ in alto di tutti: il problema e’ che fino a stasera non aveva mai giocato a football  e in allenamento droppava l’impossibile. Stasera, nella sua prima partita in assoluto, lo abbiamo mandato nel profondo 3 volte e due di queste l’azione e’ finita con un TD. Non penso che possa descrivere a parole la nostra sorpresa. Il secondo TD poi e’ stato quasi assurdo. 3rd & 20. Tutto lo stadio sapeva esattamente cosa avremmo fatto con la palla. Newton rolla la safety sopra il nostro WR. Double-coverage. Il nostro QB lancia una palla che piu’ precisa non si poteva. Dylan salta alla Pele’ su Guarnieri a Messico ’70: stacca da terra prima del CB e torna giu’ dopo. TD. Sideline impazzita. Che avessimo tra le mani qualcosa di speciale?

Nell’ultimo quarto abbiamo forzato un fumble fondamentale e poi abbiamo portato il cronometro a zero. 1-0. Felicita’ pura. Sensazioni che non vivevo da tempo. Sorrisi, pacche sulle spalle, congratulazioni. Football!

Questo gruppo se lo merita’ nel modo piu’ assoluto. E’ da luglio che stiamo lavorando! Prima della partita gli ho detto “that’s what we’ve been working for: now, let’s go get our paycheck!”. E che “paycheck”!!

Fantastico. Cose che solo lo sport ti puo’ dare.

Mi scuso per il post un po’ confusionario, ma stasera volevo solo condividere il mio genuino entusiasmo. Stasera sono felice.

Maiden Football!!

Annunci
Categorie: Family, Faith, Football: Diario di un Coach | 10 commenti

Navigazione articolo

10 pensieri su “Serate come Stasera…: 1-0!!

  1. Grande Gianmarco! Doppietta degna del miglior Milito…
    Per il WR: pensi che sia stato solo un caso, che si sia sbloccato, o magari sta solo pian piano capendo il football?

  2. azazelli

    Quindi esistono anche WR bianchi ed alti?! Sarà il nuovo Matt Jones….ehm…no aspetta 😀
    Scherzi a parte, complimenti, doppi, coach T!!

    Una domanda: ma a kicking team come siete messi? Sia per FG che per kickoff…e in generale come è il livello di un kicking team di squadre di questa età?

  3. Kicking game? Sarebbe? aza, lascia perdere LOL Ho visto 4 & 20 ieri sera giocati in scioltezza…
    Per quanto riguarda i kickoff si va di squib o onside ogni volta. Dopo il TD sempre per due.

    E Angy, penso che sia chiaro che il talento lo abbia.Tocchera’ vedere se si apra’ abituare al contatto fisico che il football comporta. Perche; lui comunque rimane un giocatore di basket in primo luogo.

  4. Poi non vi ho detto la parte migliore! Dietro alla sideline, sugli spalti, c’era un genitore di un giocatore che per ora e’ non fa parte della nostra prima squadra (e’ piu’ piccolo fisicamente, ma e’ molto veloce e onestamente puo’ diventare un ottimo giocatore). Per TUTTA la partita questo qui ha continuato a offenderci per non far giocare il figlio (anche con parolacce, che in una partita di scuole medie non e’ proprio la cosa migliore). Ad un certo punto il nostro coach chiama timeout e parte alla Carletto mazzone sotto la curva dell’Atalanta. In due a fermarlo! haha

  5. Grandissimo Gianmarco, congratulazioni per tutto!
    Una curiosità: leggendo il peso di alcuni dei tuoi uomini di linea, e adesso i centimetri di questo tuo ricevitore, tutti 12-13enni… ma cosa danno da mangiare ai ragazzi negli states?? 🙂

  6. Complimentissimi! Ho cominciato a seguirti da poco, ma la tua storia è assolutamente appassionante! Continua così e in bocca al lupo per il tuo appuntamento! 🙂

  7. Grazie 😉

  8. rowiz

    Certo, una squadra allenata da un italiano che non ha un buon kicking team…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: