NFL in pillole: Wild Card Weekend

Obbligato dal direttore azazel continiuamo a scrivere i nostri deliri anche per i playoff NFL.

Togliamoci subito il dente: Lindley sembrava come quei gattini spaventati in mezzo all’autostrada che cercano di non rimanere schiacciati sotto qualche TIR mentre cercano di attraversarla.

Ovviamente sappiamo tutti come finisce…e difficilmente c’è una traccia di frenata.

Neanche in questo caso c’era….

Oh, in fondo Arians aveva detto di poter vincere il Super Bowl anche con Stanton in cabina di regia, non con l’omino che consegnava i giornali!

Non basta che giochi di merda, questo è quello che ti capita sull'ultimo inutile gioco

Non basta che giochi di merda, questo è quello che ti capita sull’ultimo inutile gioco

Dobbiamo parlare del punter poi? O lasciamo che la selezione darwiniana dei giocatori da football faccia il suo corso?

Quanto a Carolina…bene eh, ma far fare 14 punti (la safety è stata una scelta) a questa versione dei Cardinals è stato quasi offensivo.

Newton molto bene su corsa, con ottime letture sulle option, meno bene sui lanci, anche perché non è stato molto aiutato…

E comunque non sarà Superman, ma da come si è rialzato dopo alcuni colpi e considerando che viene da un brutto incidente in auto…mi sa che un tipo bello tosto!

Se il tuo secondo WR è Jericho Cotchery  hai un bel problema.

Molto bene la difesa dei Panthers, ma sicuramente dipende anche da chi ti trovi di fronte eh!

Steelers – Ravens ai playoff è sempre un bel vedere! Tranne per i tifosi di chi poi perde ovviamente.

E’ stata l’ultima partita in NFL di Polamalu e Harrison? Probabile e dispiace sicuramente, ma il problema della difesa di Pittsburgh quest’anno è stato anche quello di dover mettere questa loro versione in campo perché il resto era improponibile.

Big Ben ha tradito proprio nella partita più importante quando tutto il peso dell’attacco era sulle sue spalle per l’assenza di Bell. Peccato, ma di certo questo non può cancellare quanto fatto prima.

Però poi si dice che il gioco su corsa non conta più nulla in NFL…

Flacco nelle ultime partite aveva giocato di merda e i Ravens erano stati fortunati a qualificarsi per i PO: ma adesso qualcuno se lo ricorderà?

Suggs è un giocatore che fa spesso e volentieri giocate sporche ed evitabili, ma è anche uno che c’è sempre nelle giocate decisive per la sua squadra.

Ed intanto Jim Harbaugh continua a vincere nei playoff: era in sideline Ravens ospite del fratello.

Cincinnati Bengals: sapete già come continua la storia no?

Certo che se poi il tuo leader offensivo dev’essere…dev’essere…chi cazzo avevano in attacco i Bengals?

Ma per Dalton è più importante continuare ad arrivare ai playoff o vincere almeno una partita? Io dico la prima, perché senza di quella della seconda non se ne parla proprio, però ora è arrivato anche il momento di cambiare qualcosa no?

La linea offensiva dei Colts ha fatto una partita quasi perfetta, come? Semplicemente ne hanno chiamato un’altra.

Quando gioca così Luck è una delizia per gli occhi, anche per i suoi detrattori.

Il tocco di Andrew Luck

Il tocco di Andrew Luck

La trade per prendere Trent Richardson con una prima scelta è stata la puttanata più grossa da quando i Browns scelsero al primo giro…Trent Richardson!

Caro Trent, se anche Dan Herron gioca più di te…fatti una domanda e datti una risposta!

Com’era la storia di Tony Romo, i playoff e i quarti quarti?

Una squadra gioca un quarto & goal e segna un TD, un quarto & 6 e lo converte, l’altra passa un 4 & 1 e lo fa seguire da un delay of the game e un punt da 10 yard nette: secondo voi chi ha vinto?

Ma Suh piangeva a fine partita perché era la sua ultima partita con i Lions, per la sconfitta o perché il caldo del Texas gli aveva fatto tornare la circolazione del sangue nei piedi?

Senza quel numero di Terrence Williams nel primo tempo probabilmente a questo punto stavamo parlando dell’ennesima delusione dei Cowboys.

Ezekiel Ansah! Tanta roba…

Ehm…caro Dez, non puoi entrare in campo senza casco, è un fallo, una penalità.

Lo stadio dei Cowboys ha l’apertura in alto perché Dio possa vedere giocare la sua squadra. Mi sa che ieri aveva mandato anche degli angeli in maglia a striscie per controllare meglio. (si scherza eh!)

Ops...

Ops…

Annunci
Categorie: Football, NFL, Pillole | Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , | 9 commenti

Navigazione articolo

9 pensieri su “NFL in pillole: Wild Card Weekend

  1. In realtà nel nuovo stadio il buco non c’è più, e forse è per questo che giocano meglio!

  2. robygiani

    Evidentemente arbitri e moviole sono un tema troppo attraente. Al riguardo però c’è una cosa che mi piacerebbe sapere, arricchendo le mie conoscenze (scarse) del regolamento, magari qualcuno sa già o ha voglia di cercare sul “libro delle Leggi”, a proposito della questione Bryant. So per certo che un giocatore quando è in campo, non può togliersi il casco se non per motivi “tecnici”, e di certo non per protestare, ma in questo caso Bryant e l’attacco erano fuori dal campo, quindi nessuno aveva l’obbligo di avere il casco in testa. Domando quindi a voi: 1) L’entrata di Bryant in campo per protestare era da penalità a prescindere o 2) se si infilava il casco in testa poteva entrare a protestare o 3) il fatto non costituisce reato in genere e quindi stiamo parlando di aria fritta ? Grazie in anticipo se qualcuno vorrà dare documentata risposta e complimenti per il blog

    • A quanto pare non è automatico. Blandino, il capo degli arbitri, ha specificato che la penalità non è automatico in caso di giocatore che non è in campo ma che è a discrezione degli arbitri. Diciamo quindi che nel caso Bryant ha “solo” rischiato moltissimo (in maniera stupida per altro, la prima cosa che t’insegnano in un campo da football è….di non entrare nel campo da football quando non devi 😀 ).

  3. robygiani

    Grazie per la rapida risposta, ho recuperato l’articolo. Certo sarebbe stato paradossale ricevere la grazia della flag annullata e vedersi assegnare la flag per proteste. Sarà bene che Bryant impari a darsi una regolata in occasioni simi. Nei panni degli arbitri nn sarei disposto ad accettare simili comportamenti. Sull’episodio contestato, rivedendolo è palese l’holding iniziale, rimango dell’idea che la PI fosse moooooolto dubbia, di certo gli arbitri avrebbero fatto bene a riunirsi e consultarsi prima di fare un annuncio definitivo.

    • Visto che se ne parla: ammetto che io avrei dato la penalità (holding o PI per me c’erano entrambe), poi ci sta che dalla visuale di un arbitro si poteva vedere che era fallo mentre un altro ha visto diversamente e quindi ha poi convinto gli altri, è normale, capita tante volte (che poi sia giusta la chiamata o meno eh), quello che ha fatto più “clamore” è stato il troppo tempo fatto passare dalla chiamata alla “ritirata” (con l’accusa di aver visto sullo schermo la giocata incriminata) che gli ha fatto fare brutta figura.

  4. robygiani

    Ma io guarda sono d’accordissimo, se ne sono viste una marea di chiamate che potevano andare in un senso o nell’altro, nella storia e specialmente quest’anno, e per la verità si sono viste anche volare flags che poi sono tornate in tasca degli arbitri. Come dici tu è stata la mancanza totale di consultazione prima dell’annuncio che ha fatto scattare tutta la polemica. Se semplicemente si fossero parlati e avessero annunciato un “There is no foul on the play” la questione si sarebbe downgradata a un io la vedo così, io la vedo cosà. Certo fa sorridere adesso nell’era della rete e dei social, dove nulla più scappa all’occhio di chiunque, e tutto è fruibile, veder cadere un po’ di sepolcri imbiancati che ci volevano far credere che negli sport americani non esistono le polemiche. Oggi addirittura viene fuori il commento di Obama che, volendo, avrebbe ben altri cazzi a cui pensare al momento, ma magari si sta solo allenando per quando sarà in pensione. E alla fine ti viene sempre da dire ” tutto il mondo è paese”. E ora torna sul trespolo ! 😀

    • La verità è che sono i diretti protagonisti che, rispetto a qui, fanno molta meno polemica e quindi poi ne fanno meno anche media e tifosi (che rimangono sempre la parte che ne fa di più perché per lo più la più “ignorante” delle regole e quella che segue tutto con maggior passione), ma non è che ne sono immuni anche loro.
      Il trespolo è sempre lì comunque, non lo lascio… 😀

  5. Pingback: NFL Divisional weekend prediction | Quel che passa il convento...

  6. maxmicio

    In realtà una parte del tetto si può aprire.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: