Archivi del mese: marzo 2015

Stelle italiane nella notte del Qatar

ITALIA-SPAGNA 3-0

ITALIA-SPAGNA 3-0

Nella calda notte del Qatar sono tre stelle italiane a brillare. La prima gara della Moto Gp ha visto un podio tutto italiano, finalmente. Valentino Rossi aggiunge Qatar 2015 alla lunga lista delle sue vittorie (109 in carriera). Tutti si aspettavano Marquez e invece a salire sul podio è la Ducati con Andrea Dovizioso e Andrea Iannone. E come per la Formula 1, ecco le pagelle

VALENTINO ROSSI 10 – A 36 anni vince la sua 109° gara. Una gara partita in salita dopo l’ottavo posto in qualifica. E invece il Dottore si rende protagonista di una grande rimonta che lo porta davanti insieme al trio Dovizioso-Iannone-Lorenzo. La vittoria nel finale è un affare a due tra lui e Dovizioso e dopo un gran duello fatto di botta e risposta, riesce ad ottenere la prima vittoria stagionale. Rossi c’è!

Continua a leggere

Categorie: Motori | Tag: , , , , , , , , | 1 commento

Pagelle da Sepang: onda Rossa

Sono bastate due gare a Sebastian Vettel per riportare la Ferrari sul gradino più alto del podio. Una gara che ha visto la casa di Maranello e il tedesco autentici protagonisti e le Mercedes che da lepri si sono trovate nel ruolo di inseguitrici.

Le PAGELLE

Buona la seconda

Buona la seconda

SEBASTIAN VETTEL 10 –  Chissà quante volte il tedesco da piccolo davanti alla TV ha sognato questo momento guardando il suo idolo Schumacher vincere a bordo della Ferrari. Quel momento è arrivato. Week-end semplicemente perfetto. Nelle qualifiche riesce a strappare una prima fila a meno di un decimo da Hamilton. In gara compie una piccola impresa riportando in casa Ferrari una vittoria che mancava dal Maggio del 2013. Macchina perfetta, stile di guida impeccabile, strategie al box amministrate perfettamente e un pizzico di fortuna con la safety car. Dimostra di poter essere al livello del duo Mercedes anche in pista compiendo un ottimo sorpasso su Rosberg e recuperando su Hamilton. Nel team radio (in italiano) dopo la bandiera a scacchi Vettel fa sentire tutta la sua gioia, una vittoria liberatoria anche per lui, dopo un anno di digiuno. E finalmente l’inno italiano torna a risuonare. Continua a leggere

Categorie: Motori | Tag: , , , , , | 2 commenti

L’Aristotele della panchina

“Suppose a boy steals an apple
From the tray at the grocery store,
And they all begin to call him a thief,
The editor, minister, judge, and all the people—
“A thief,” “a thief,” “a thief,” wherever he goes.
And he can’t get work, and he can’t get bread
Without stealing it, why the boy will steal.
It’s the way the people regard the theft of the apple
That makes the boy what he is.”

E.L.Master, Spoon River Anthology.

Fase della seduzione

Fase della seduzione

Ora immaginate un miliardario che per anni e anni ha investito nel calcio ottenendo risultati modestissimi si innamori per caso di un tecnico emergente dal gran passato da calciatore. Supponete inoltre che, sempre per caso, scoppi uno scandalo nel mondo del pallone che permetta alla squadra allenata dal giovane mister di vincere un campionato dopo essersi classificato terzo. Pensate ora cosa sarebbe successo se per caso a Torino ci fossero stati 3 dirigenti incompetenti che per un sacchetto di lupini e una cassetta di angurie avessero donato al giovane tecnico un centrocampista e un’attaccante formidabile? Immaginate inoltre che in un’avventura inglese la tua squadra si giochi il campionato contro chi si deve salvare e il caso vuole che al 90esimo gli avversari, in vantaggio, sanno che comunque vada saranno salvi. Il trionfo, agevolato dal caso, è quanto meno facilitato (in Inghilterra non sarebbe succes…ah…no…wait). E da lì giornalisti, presidenti, tifosi, tutti a dire Mancini è un gran allenatore, top manager. Ora attualizzando il concetto espresso da E.L.Master verrebbe da dire che le vittorie di Mancini sono frutto del caso ed è il caso che rende Mancini quello che Mancini è. Continua a leggere

Categorie: Calcio | Tag: , , , , , , , | 3 commenti

Weekend in pillole – In Inghilterra non sarebbe successo

Weekend sportivo pieno di avvenimenti interessanti, ovviamente per seguire tutto ci vorrebbero 4 schermi ed 8 occhi: ad un certo punto c’è sembrato di vedere Djokovic che si spostava su un campo da tennis in sella ad una bicicletta, mentre Federer colpiva di testa e la metteva in rete, lamentandosi poi con il “falco” sostenendo che in Inghilterra non sarebbe successo. In tutto questo Galliani dichiarava: “Nole? L’ho voluto io, è milanista sin da bambino” (che è pure vero….)

Ma andiamo con ordine: Chievo – Palermo potenzialmente era “una di quelle partite” e così è stato. Passerà alla storia per essere la partita in cui i veronesi hanno ricevuto il primo rigore a favore in questo campionato. Peraltro sbagliandolo. Ora manca solo l’Udinese, che nel frattempo ne ha avuti ben 8 contro, più di tutti in A. Tartassati.

Illuminante l’intervista post partita ascoltata a Radio1: “Maran il suo vice si chiama Maraner, sembra uno scherzo del destino. Pensi se foste una coppia di doppio di tennis?” Risposta dell’allenatore: “È imbarazzante”, probabilmente si riferiva alla domanda.

A proposito di rigori:

Photobomb polemica

Photobomb polemica

Continua a leggere

Categorie: Calcio, Ciclismo, Pillole, Sport e Televisione, Tennis | Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | 6 commenti

Milano Sanremo 2015: chi può vincerla?

La Classicissima. La Classica di Primavera. La Sanremo. E’ la corsa di un giorno più importante d’Italia e una delle cinque monumento. Quasi trecento chilometri in attesa di una volata, o forse no. Il percorso tra Milano e Sanremo è stato cambiato varie volte nel corso degli anni, spesso per rendere la gara meno prevedibile, più sognatrice. E più si provano ad aggiungere salite, più i velocisti si allenano in inverno per superarle.

Numero di corridori nel gruppo che si è giocato la vittoria dal 1907 a oggi

Numero di corridori nel gruppo che si è giocato la vittoria dal 1907 a oggi

Poggio, Cipressa, Manie: ogni volta che il gruppo diventava più folto all’arrivo si buttava dentro un colle, per bruciare i muscoli degli uomini veloci e dare una speranza ai finisseur più coraggiosi. RCS un paio di anni fa voleva aggiungere addirittura un’altra salita tosta, la Pompeiana, ma Madre Natura si è incazzata, ha mandato giù una frana e ha detto basta: questa non è la Sanremo, sembra più una Liegi dei poveri. Dunque si è tornati al percorso pre-2008, con solo Cipressa e Poggio in chiusura. Tanti si lamentano, dicono che un percorso così può premiare anche il Sig. Nessuno, quello che sta a ruota, rema in ultima posizione finché non vede il traguardo e poi boom, piazza lo sprint da non si sa nemmeno dove. Ma sbagliano. Non vinci la Sanremo se sei un Sig. Nessuno. Perché la selezione non la fanno solo i colli, la fanno anche i chilometri, e se dopo 300 chilometri ne hai ancora per alzarti sui pedali e sverniciare tutti, beh, per me te la sei meritata tutta. La Sanremo non è una corsa per velocisti, è una corsa per gente con un motore da fuoriclasse, è una corsa che dà una chance a tutti, dal velocista allo scalatore, basta che abbiano le gambe. Continua a leggere

Categorie: Ciclismo | Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , | 3 commenti

Champions League, lingua latina vs lingua germanica

Finale da gran galà per le ultime partite degli ottavi di finale di Champions League, che decreteranno la griglia di 8 squadre pronte a continuare il cammino europeo verso il sogno della Coppa dalla grande orecchie.

Sette Coppe dei Campioni scenderanno in campo questa sera nel gruppo di partite più blasonato di questo turno, con il coinvolgimento diretto di noi italiani vista la presenza della Juventus, unica rappresentante rimasta del nostro campionato nella massima competizione europea.

Sarà una classica sfida tra Latinos e Germanici, con Juventus e Barcellona da una parte e Borussia Dortmund e Manchester City dall’altra, a contrapporre stili, moduli e modi di intendere il calcio differenti, ma sempre alla ricerca di arrivare al risultato proponendo calcio. Continua a leggere

Categorie: Calcio | Tag: , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Champions League, la serata delle rimonte?

Eravamo in debito del secondo gruppo di partite degli ottavi di Champions League, quello che tra stasera e domani deciderà definitivamente le migliori 8 squadre d’Europa, pronte a contendersi la Finale di Berlino.

Le partite d’andata hanno dato dei responsi abbastanza sorprendenti, soprattutto per le due sfide che aprono questo ultimo turno, con il Monaco corsaro all’Emirates banchettando sulle amnesie difensive e filosofiche dell’Arsenal di Wenger e il Bayer Leverkusen che ha controllato la fisicità dell’Atletico Madrid di Simeone, colpendolo al momento giusto con la freccia di Calhanoglu e mettendo parecchia sabbia negli ingranaggi perfetti dei Colchoneros.

Stasera quindi le grandi squadre saranno costrette a giocare per la rimonta, complicata per i biancorossi di Madrid, da grande impresa per i Gunners.

Continua a leggere

Categorie: Calcio | Tag: , , , , , , , | Lascia un commento

Blog su WordPress.com.