Il tavolo da 100 euro – Semifinali di Champions: Juventus vs Real Madrid

Come trasformare 10 euro in una banconota da 100

Come trasformare 10 euro in una banconota da 100

Il famoso tavolo da 100 Euro è apparecchiato.

Antonio Conte nella sua conferenza stampa prima dell’addio alla Juventus ha coniato una frase, che è rimasta scolpita nei pensieri di quasi tutto il mondo juventino, quasi a diventare un mantra sul quale costruire l’intera stagione.

L’ex allenatore dei bianconeri aveva accusato la dirigenza di non permettergli di avere una squadra che potesse sedere al tavolo di lusso delle grandi d’Europa, anticipando le sue dimissioni che sarebbero arrivati nei giorni successivi.

La dirigenza, spiazzata dalla decisione, aveva virato sull’usato sicuro di Allegri, sperando di non buttare all’aria tutto quello che aveva costruito negli ultimi tre anni.

Stasera allo Juventus Stadium quella dirigenza potrà vedere la propria creatura affrontare il Real Madrid nell’andata della prima semifinale di Champions League, a pochi giorni dalla festa del quarto scudetto consecutivo conquistato con una cavalcata trionfale.

L’ultima volta che la Juve era arrivata fino alla semifinale era il 2003, e proprio il Real Madrid era stato battuto nel doppio confronto, concluso con la sanguinosa ammonizione di Nedved che era costata al futuro Pallone d’Oro la Finale poi persa contro il Milan, allenato proprio da Ancelotti, l’attuale tecnico del Real.

La famosa ammonizione di Nedved che gli costò la Finale contro il Milan

Corsi e ricorsi storici che creano un’attesa spasmodica per questa sfida che potrebbe riconsegnare al calcio italiano un po’ di onore perso nelle ultime stagioni.

Massimiliano Allegri, dopo aver conquistato il suo secondo scudetto e riportato un’italiana tra le quattro grandi d’Europa, non vuole fermarsi e cercherà in tutti i modi di superare i vincitori dell’ultima Coppa, sapendo di partire da sfavorito e di avere perciò poco da perdere e possibilità di rischiare qualcosa nelle scelte tattiche.

La mossa più importante è quella di schierare la difesa a 4, che ha dato ottimi risultati in questa Champions, e che lo stesso Conte, talebano del modulo con 3 difensori, aveva usato lo scorso anno nel doppio confronto con il Real del girone eliminatorio.

La presenza del tridente Bale, James Rodriguez e Cristiano Ronaldo avrebbe costretto la difesa a 3 a trasformarsi troppo spesso in un quintetto, riducendo molto il baricentro juventino e concedendo troppe giocate pericolose al Real negli ultimi 20-30 metri di campo.

Difensivamente sarà importante anche non farsi superare in maniera netta dal possesso palla del centrocampo dei blancos, concedendo più palloni a Sergio Ramos, che potrebbe partire davanti alla difesa, e meno alla coppia Isco-Kroos.

In più nell’andata di Torino, dove prendere goal sarebbe deleterio, la Juve dovrà essere molto brava nella transizione negativa, non tanto con la pressione alta, quanto con il rientro veloce per non concedere i devastanti contropiedi che il Real può costruire dal nulla.

Offensivamente sarà importante la partita di Marchisio se Pirlo verrà pressato da Ancelotti in fase di avvio dell’azione, perché diventerà lui il regista aggiunto della squadra, e di Tevez che con il suo movimento ad occupare la trequarti avversaria potrebbe giovare della mancanza di abitudine di Ramos nel ruolo e trovare spazi per le sue giocate.

Oltre a questo ci dovrà essere un movimento continuo da parte delle mezzali e delle punte per mandare fuori ritmo la fase difensiva del Real, che viene da 7 partite senza subire goal nelle ultime 8, ma ha spesso dimostrato di soffrire le squadre in grado di proporre una fase offensiva molto dinamica e veloce.

Tevez e Marchisio possono essere gli uomini decisivi per le sorti della Juve

Dall’altra parte Carlo Ancelotti può essere contento del rientro di Garreth Bale nella formazione titolare, unico recuperato dei tre grandi infortunati dell’ultimo periodo con Modric e Benzema.

Il rientro di Bale può permettere al tecnico italiano di pensare ad uno schieramento con Cristiano Ronaldo da centravanti mobile, coadiuvato da Bale e da James Rodriguez ai suoi lati, con Isco e Kroos a fare gioco in mezzo al campo.

La forma straordinaria di James Rodriguez può essere una chiave importante, visto che Liechsteiner ha dimostrato di non essere completamente a suo agio quando gioca basso a destra nei 4 e gli incroci tra il talento colombiano e Isco, con o senza palla, possono mandare in tilt il terzino svizzero, costringendo la Juve ad adeguamenti in grado di far nascere spazi dove colpire.

James e Isco insieme sono un’arma difficilmente arginabile per qualsiasi squadra

In più la minor sicurezza che Chiellini garantisce quando deve giocare centrale a 4 è sicuramente un tema che Ancelotti ha studiato, vedendo soprattutto il primo tempo del ritorno contro il Monaco, e sapendo che il taglio verso la porta di Bale e il movimento di CR7 danno una dimensione nettamente superiore a quella proposta dalla coppia Bernardo Silva-Martial.

Difensivamente sarà importante la collaborazione del triangolo Pepe-Varane-Sergio Ramos nella posizione centrale, per ingabbiare le giocate sulla trequarti di Tevez e Morata e murare gli inserimenti centrali in area di Vidal e di Pereyra, mentre a sinistra il ballottaggio Coentrao-Marcelo ha il primo in leggero vantaggio viste le sue doti difensive che permettono di non soffrire le avanzate di Liechsteiner e di aiutare centralmente il movimento alle spalle dei centrali che soprattutto Vidal sa fare in maniera eccellente (come si è visto nel goal scudetto contro la Samp)

Entrambe le squadre vengono da una lunga serie di partite in Europa chiuse senza sconfitte e con la porta inviolata, ma la storia dei confronti fra Juventus e Real ha sempre garantito goal sia all’andata che al ritorno, per cui prevedere l’andamento del confronto è molto difficile, ma siamo sicuri che nessuno si risparmierà, soprattutto nel tentativo di controllare il ritmo del gioco e tutte e due le squadre cercheranno di trovare la via del goal per partire nella partita di ritorno con un vantaggio tale da staccare il biglietto per la Finale di Berlino.

Annunci
Categorie: Calcio | Tag: , , , , , , , , , , , , | 2 commenti

Navigazione articolo

2 pensieri su “Il tavolo da 100 euro – Semifinali di Champions: Juventus vs Real Madrid

  1. Bè penso che al tavolo da 100 euro ci siamo arrivati con i soldi contati, 1 bicchiere d’acqua di troppo farebbe saltare il banco. Tatticamente, penso che la tua analisi sia impeccabile, dal mio punto di vista manca un approfondimento sul ruolo che giocherà sta sera Pirlo e la punta centrale.
    Se gioca LLorente ci potrebbe dare una mano a tenere alta la squadra, mentre se gioca l’altro spagnolo inevitabilmente verremmo schiacciati maggiormente ma in contropiede potremmo essere più pericolosi.
    Il bello e il brutto di Pirlo è sempre lo stesso: capace di illuminare con un lancio, una punizione o un tiro da fuori ma si rivela un uomo in meno in fase di non possesso. Se (come penso) verremo schiacciati per 90 minuti avremmo un uomo in meno a difendere e contro il Real non sarà indolore

  2. Teo

    Ho voluto fare un’analisi un po’ più breve rispetto alle altre, anche per non appesantire la lettura 😀
    Dalle informazioni dovrebbe giocare Morata e forse è la scelta migliore, visto che come detto nell’articolo la difesa del Real ha spesso sofferto le squadre con attacchi dinamici e più veloci.
    Pirlo non è così deleterio in fase di non possesso, è calato, ma ha l’intelligenza per non concedere troppo nella zona centrale, secondo me con lo schieramento a 3 dietro rischiavate seriamente di riproporre la partita contro il Monaco a Montecarlo, venendo in quel caso schiacciati per tutta la gara.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: