Archivio dell'autore: Carmine D'Amico

Informazioni su Carmine D'Amico

E’ uno Studente Universitario presso la facoltà di Chimica e Tecnologia Farmaceutiche a Chieti. E’ nato in Piemonte e cresciuto in Puglia. Insomma l’Italia l’ha vissuta un pò tutta da cima a fondo. Indipendentemente dalla sede il Basket ha sempre fatto parte della sua vita, complice un Padre malato di sport che lo ha cresciuto davanti ai duelli tra Jordan e i Malone, Miller di turno. In un certo senso è proprio da quel divano, da quel registratore che lavorava durante la notte, dalla voce del solito Duo della Tele+ o Sky di turno che nasce tutto questo. Che si tratti di Threepeat, di Jordan, di Jackson oppure di Tanking sfrenato, i colori non cambiano. Lui continua a vederci Rosso. Lettore accanito e ascoltatore molto, alle volte troppo, attento di musica, con preferenza verso il panorama Indipendente di quest’ultima. Se gli chiedete di citarvi un libro e un CD a caso probabilmente risponde Trainspotting e Ok Computer.

Tour de France: CENTO

C’eravamo tanto amati durante il Giro d’Italia, perché Vincenzo Nibali ha finalmente mostrato dei numeri che in un ciclista italiano non si vedevano da un -bel- po’ e perché anche se non ha vinto nemmeno una tappa Carlos Betancur è entrato nei cuori di tutti voi. Non negate, perché lo so che è così.

Università e Playoff NBA (il primo amore non si può scordar, e citiamo pure la Carrà) mi hanno tenuto lontano da queste pagine. Consapevolissimo che questa cosa sia dispiaciuta molto più a me che a voi, è bene tornare a parlare di quello sport su due ruote, che inutilmente Innominabili vari cercano di distruggere con le loro cagate. Continua a leggere

Annunci
Categorie: Ciclismo | Tag: , , , , , , , , | 3 commenti

Le Pagelle di Skittle #2 – Visconti onora Pantani, Nibali imbattibile

Ieri niente puntata, visto che non mi pareva il caso, avendo visto solamente gli ultimi 500 metri scarsi. Un applauso all’organizzazione che è riuscita a salvare il 99% di questa tappa, mentre un poco m’è dispiaciuto vedere il gruppo gestirsi così tanto nella prima parte della gara (27 km/h di media ad un certo punto). Fa parte del gioco, però mi fa sempre tristezza quando accade.

Uomo nudo sul Galibier – Voto 10
Coraggioso, per nulla timoroso del freddo e forse pure ubriaco. Maglia Rosa ad Honorem.
Continua a leggere

Categorie: Ciclismo | Tag: , , , , , | 3 commenti

Le Pagelle di Skittle #1 – Uràn si prende l’Altopiano del Montasio

Trionfa la Colombia, rendendomi felicissimo di averci dedicato un pezzo qualche settimana fa. Intanto da oggi, studio ed impegni permettendo, dopo ogni tappa di Montagna ci saranno queste “pagelle”. Ovviamente son pillole, con possibilità di approfondire il tutto nei commenti e/o su Twitter.

Ryder Hesjedal – Voto 2
Ci si aspettava una reazione dopo le ultime uscite, ma la gamba non c’era. Si è staccato praticamente al primo tratto duro, dicendo addio ad ogni ambizione di classifica. Probabilmente vincerà una tappa prima della fine della corsa, ma rischia di essere la delusione del Giro.

Sergio Henao – Voto 5
Con dolore devo bocciare il Colombiano. Nei giorni scorsi mi era sembrato il più in forma tra i suoi compagni di squadra, ed invece sulla salita più adatta alle sue caratteristiche si è staccato. E’ riuscito a rientrare solamente quando il gruppo ha rallentato.
Continua a leggere

Categorie: Ciclismo | Tag: , , , , , , , | 5 commenti

Giro d’Italia – F.A.Q.

Chi vincerà il Giro?
Flip a coin. Testa vince Bradley Wiggins, croce vince Vincenzo Nibali. Il ciclista italiano ha vinto Tirreno-Adriatico e Giro del Trentino e pare che il passaggio all’Astana sia servito a fargli fare quell’ultimo passo nello sviluppo del suo talento. Nonostante tutto io son più propenso a pronosticare una vittoria del ciclista britannico. Una delle ragioni principali è che Nibali mi è apparso troppo in forma sia alla Tirreno-Adriatico che al Giro del Trentino, non vorrei che avesse raggiunto il suo picco di forma troppo presto. L’altra ragione è che la Sky ha un roster semplicemente spaventoso, con Cataldo a far da portaborracce quasi. A questo aggiungeteci che c’è una Cronometro lunghissima (55 km circa), autentica specialità della casa.

Continua a leggere

Categorie: Ciclismo | Tag: , , , , , , , | 4 commenti

(E)X Factor – L’importanza di CJ Watson

La rimonta Bulls è partita dalla schiacciata sbagliata di CJ Watson. Questo è quello che sarà ricordato di questa serie sull’ex giocatore Bulls, se Chicago dovesse vincere una delle prossime due gare.
Proprio per colpa di quella schiacciata, in pochi si stanno accorgendo di quanto invece Watson sia stato un fattore in questi Playoffs e di quanto possa essere la chiave di volta per una eventuale rimonta di Brooklyn.
Gran parte della serie passa da quanto i Nets riusciranno a mandare all’aria il piano difensivo di Thibodeau, che è stato chiaro fin da gara1: i long two sono concessi, soprattutto a Brook Lopez, ma la priorità è chiudere l’area. Con CJ Watson il campo si apre molto di più e i risultati sono abbastanza lampanti.Immagine 1
Ma oltre che rendimento di squadra, credo che sia priorità dei Nets il rendimento di Deron Williams all’interno dell’area. Anche qua, con CJ Watson in campo i risultati son estremamente incoraggianti per lo staff tecnico dei Nets.
Immagine 2

Continua a leggere

Categorie: NBA | Tag: , , , , , , , | 5 commenti

Rudy, Stay Away

Un pezzo sulla pallacanestro (woooooh).
Ho provato a resistere alle tentazioni, ma un rettile può cambiar pelle, ma non cambia il cuore, come cantavano gli Afterhours. Nonostante tutto quei 5-8 fedeli lettori (compresi i bot) dei miei pezzi sul ciclismo possono stare tranquilli, perché ho tutta l’intenzione di continuare ad occuparmi di quell’ammasso di dopati che tanto ci piacciono e che conciliano il sonno post-grappino di tanti altri.

“Ma non ti eri dato al Ciclismo?”

I Playoffs imperversano, il soggetto di cui parlerò non è ai Playoffs, ma non si fa altro che parlarne da quando sono cominciati i Playoffs. Sto parlando di Rudy Gay. Il popolo della rete è spaccato in due: da una parte quelli che (come me) pensano che Memphis abbia fatto bene a cedere il giocatore, dall’altra gli Altri. Nelle righe che seguono proverò ad esporre perché secondo me (e Fazz, quindi ho ragione) Rudy Gay andava ceduto.

Partiamo dalle cose semplici. Nella stagione 2010/11 Rudy Gay gioca solamente 54 partite, l’ultima delle quali il 15 Febbraio 2011. Continua a leggere

Categorie: NBA | Tag: , , , , , , , , | 1 commento

Finalmente, Danny Boy

“Finally, the last thing I’ll say to the people who don’t believe in cycling, the cynics and the sceptics: I’m sorry for you. I’m sorry that you can’t dream big. I’m sorry you don’t believe in miracles. But this is one hell of a race. This is a great sporting event and you should stand around and believe it. You should believe in these athletes, and you should believe in these people. I’ll be a fan of the Tour de France for as long as I live. And there are no secrets — this is a hard sporting event and hard work wins it”

Queste le dichiarazione di Daniel Martin dopo la vittoria della più importante classica primaverile. Una vittoria molto più importante per il ciclismo di quanto si possa pensare. Questo perché il nipote di Roche (uno dei due triple crown winners) ed il canadese Hesjedal (vincitore dell’ultimo Giro d’Italia), sono entrambi ciclisti della Garmin, che a quanto risulta pare essere una delle squadre più impegnate nella lotta al Doping.
Continua a leggere

Categorie: Ciclismo | Tag: , , , , , , , , | 3 commenti

Blog su WordPress.com.