Articoli con tag: cunego

L’antipasto

Da 8 anni, una classica polverosa

Da 8 anni, una classica polverosa

Kwiatkowski, Sagan, Valverde, Cunego, Kreuziger, Cancellara, Evans è l’ordine di arrivo della “Strade Bianche”, una gara arrivata all’ottava edizione, che, ovviamente, non può essere una grande classica in termini storici, ma che ha tutto per esserlo in termini qualitativi del percorso e appunto dei partecipanti.

L’arrivo in piazza del campo oggi sembrava una passerella, dopo la rampa finale e dopo una decina di tratti sterrati che hanno fatto selezione quasi senza il bisogno di scossoni, come fosse una Roubaix: i campioni sono sfilati uno ad uno, selezionati dalla polvere e da un percorso d’altri tempi. Continua a leggere

Annunci
Categorie: Ciclismo | Tag: , , , , , , | 1 commento

Appunti sulle Classiche – e ora le Ardenne

Non c’è tempo nemmeno per ripulirsi dalla polvere del Pavè, che subito bisogna cominciare a sudare sulle pendenze della tripletta delle Ardenne: Amstel Gold Race, Flèche Wallone e Liège-Bastogne-Liège.

Corse da un giorno con dislivelli complessivi paragonabili a tapponi dei Grand Tour. Spettacolo assicurato e sorprese all’ordine del giorno.
Veniamo subito ad alcuni dei probabili protagonisti delle prossime settimane, divisi in Italiani, All Stars ed Outsiders.
Continua a leggere

Categorie: Ciclismo | Tag: , , , , , , , , , , , , , | 10 commenti

MAGGIO 2012: playoff e tappe

++ CALCIO: DELIO ROSSI AGGREDISCE LJAJIC IN PANCHINA ++

Adesso te le do…

A maggio iniziamo con il calcio, è una scelta forte, ma andava fatta: si concludono i campionati, si concludono le coppe e si scaldano i motori per gli Europei. Tanta roba insomma ma cerchiamo di essere i più sintetici possibili: gli schiaffi di Delio Rossi a Ljalic e la papera di Buffon contro il Lecce restano sullo sfondo, mentre il centro del palcoscenico se lo prendono i coach vincenti. Di Matteo probabilmente non lo sa nemmeno lui come ha fatto, ma sull’albo d’oro della Champions compare il nome del Chelsea dopo anni di assalti falliti più per sfortuna che per demerito, la squadra del magnate russo Abramovich conquista il trofeo quasi da outsider, con le barricate e i gol del leone Drogba, portando per la prima a volta a Londra il massimo trofeo calcistico europeo. Probabilmente anche Mancini non sa come sia successo, d’altronde era sotto 2-1 al 90esimo e virtualmente secondo, poi i continui assalti nel finale hanno trovato doppia soddisfazione e con la vittoria sul QPR per 3-2 è arrivato anche il terzo titolo nazionale per i Citizens. Continua a leggere

Categorie: Un mese di sport | Tag: , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.