Articoli con tag: eddie lacy

NFL in pillole (week 16)

Si avvicinano le feste ed è ovviamente tempo di….playoff! Si sente il loro profumo nell’aria…e domenica ci sarà già l’anticipo di playoff con alcune partite da dentro o fuori e tante situazione ancora da sbrogliare con tutte le divisioni dell’National Conference che devono ancora trovare il loro padrone.

Ottimi posti eh!

Ottimi posti eh!

Anche nelle stagione con meno soddisfazioni, battere lasciando a zero i Dolphins, complicando pure enormemente il loro cammino verso i PO, è una di quelle cose che ti fa sorridere alzandoti il lunedì mattina, vero tifosi Bills?

Quando hai 14 yard di corsa su 12 tentativi le tue possibilità di vittoria sono pari a quelle che uno dei nostri lettori esca con Charlize Theron. Citofonare Miami.

Se le partite finissero con un minuto di anticipo i Saints sarebbero già qualificati ai PO e con il primo posto in saccoccia… Continua a leggere

Annunci
Categorie: Football, NFL, Pillole | Tag: , , , , , , , , , , , , | 2 commenti

Let’s play, aza mock

Prima di lasciare scorrere le scelte, una breve introduzione: è un gioco, più che altro serve per avere una rapida carrellata di quella che è stata l’offseason di tutte le squadre (quasi tutte, Seattle, Washington e ora anche Tampa non hanno prime scelte, i più maligni potrebbero dire non ne hanno bisogno e per i Seahawks c’è anche un minimo di verità) e ragionare un po’ sui valori di questa classe di draft, che, senza stare a fare distingui sui ruoli, è una classe che non avrà le punte di diamante, ma che è molto, ma veramente molto profonda.

  1. Kansas City Chiefs – Luke Joeckel, OT (Texas A&M): parliamo di una prima assoluta anomala, il talento che raccolgono i Chiefs è notevole. La passata stagione un mix di infortuni, di un QB non di livello e di un coaching staff con qualche lacuna ha prodotto un record finale disastroso. Il bello per la squadra che porta il nome di uno stato ma sostanzialmente è sita in un altro (Missouri), è che recuperati gli infortuni, firmati tutti i dissidenti (Dwayne Bowe e Branden Albert, seppur in odore di trade), insediato un nuovo coaching staff capitanato da Andy Reid e fatto arrivare dalla California un QB solido, c’è poco da intervenire ora: tant’è che l’idea di trade down è serpeggiata nelle ultime settimane, ma resta piuttosto improbabile. Al di là del tag messo su Albert, Kansas City dovrebbe puntare sul miglior OT del draft. Miglior giocatore della classe nel ruolo più importante nella NFL, no brain. Continua a leggere

Categorie: NFL | Tag: , , , , , , | 7 commenti

Blog su WordPress.com.