Articoli con tag: gabbert

AFC South 2014 – Preview

Houston Texans

Già a caccia...

Già a caccia…

Cosa è cambiato: quando ti aspetti che l’eterna promessa, l’eterna scommessa, rappresentata negli ultimi anni da Houston è finalmente stata mantenuta/vinta (ai playoff per due anni consecutivi), ecco che i Texans fanno una delle peggiori stagioni della loro seppur giovane e perdente storia, la peggiore assieme al 2005, 2-14 in entrambi i casi. All’epoca al draft, con la prima scelta assoluta, arrivò Mario Williams (e al secondo giro DeMeco Ryans, poi nominato defensive rookie of the year) ed anceh questa volta è toccato ad un DE sentire il proprio nome chiamato per primo dal commissioner Goodell: Jadeveon Clowney è potenzialmente il giocatore con il maggior impatto di questa classe e i Texans non se lo sono lasciati scappare. Il problema principale di questa squadra era però rappresentato dal ruolo di QB: salutati T.J. Yates (eroe per un giorno nel 2011) e soprattutto Matt Schaub (emblema delle scommesse quasi vinte, e che comunque, al di là dell’ultime stagioni, ha avuto un ruolo importante nella crescita della squadra), sono arrivati Ryan Fitzpatrick via FA e Tom Savage via draft, ad affiancare l’unico superstite Case Keenum. Ben Tate aveva parzialmente fallito specie quando ha dovuto riempire le scarpe da titolare, la sua dipartita è stata arginata dall’acquisizione di Andre Brown e l’arrivo via draft di Alfred Blue (6° giro da LSU), in sostanza sarà ancora tutto sulle spalle di Arian Foster, sperando resti sano e non abbia finito la benzina. Mike Thomas è un’acquisizione di contorno nel reparto dei WR (si giocherà il terzo slot con DeVier Posey e Keshawn Martin), dove invece non è cambiata la testa di Andre Johnson (all’ennessima offseason in cui manifesta lo scontento, ma poi rientra nei ranghi). Mentre nel ruolo di TE, l’addio di Owen Daniels (un altro buono, ma su cui mai riesci a puntare per 16 partite) ha aperto una lotta apertissima tra tre giocatori potenzialmente emergenti, con Garrett Graham che ha già iniziato a mostrare le sue doti, rispetto ai più acerbi Ryan Griffin e il rookie, terzo giro, C.J. Fiedorowicz. Dall’altra parte del pallone, detto dell’aggiunta di Clowney su cui ritorneremo, sarà altrettanto interessante seguire lo sviluppo di Louis Nix (terzo giro quest’anno, da LSU) quale NT su cui far ruotare tutto il resto del front 7, per ora però la curiosità sta nel capire perché è stato inserito in PUP list (rotoworld riporta un laconico undisclosed, circa il suo infortunio) e in generale i fisici così grossi sono sempre sospetti in quanto a durabilità. Decisivo sarà anche l’apporto di Chris Clemons, la safety che arriva dai Dolphins, che dovrà rivitalizzare un reparto troppo spesso sotto i riflettori come capro espiatorio nelle sconfitte dei Texans. Continua a leggere

Annunci
Categorie: Division by division preview 2014, NFL | Tag: , , , , , , , , , , , , , , | 2 commenti

NFL in pillole (week 5)

I Browns sono 3-0 dopo la trade Richardson: com’era la storia del tanking?

Purtroppo i Browns, essendo i Browns, hanno perso Hoyer per il resto della stagione e così si dovranno di nuovo affidare al titolare Weeden…un attimo…perché suona così male?

A proposito di QB e d’infortuni, quello di EJ Manuel ci fa capire, ancora una volta, che il 99% delle volte, se si finisce undrafted, è per ragioni abbastanza evidenti…Tuel docet!

La mascotte dei Dolphins insegna il football

La mascotte dei Dolphins insegna il football

I principali dubbi sui Saints prima dell’inizio della stagione erano sulla difesa e sulla possibilità per lei di generare pressione sui QB avversari: segnate un atro miracolo per Ryan il bello…

Non male questo Jeffery no? Attenzione a raddoppiare troppo Marshall perché questo può facilmente metter su partite da oltre 200 yard ricevute.

L’attacco dei Patriots è ancora in fase di rodaggio, ma non mi fiderei di dare troppo tempo a Brady e compagnia per oliare tutti i meccanismi, specie se la difesa continua a giocare così e dimostra di non soffrire l’assenza di Wilfork.

Quando un uomo con la pistola (Stafford) incontra un uomo col fucile (Rodgers), quello con la pistola è un uomo morto”, se poi la tua pistola si chiama Calvin Johnson è non gioca…chettelodicoafare? Continua a leggere

Categorie: Football, NFL, Pillole | Tag: , , , , , , , , , | 6 commenti

0-4: tutto male?

..e continuano a farmi giocare!!

..e continuano a farmi giocare!!

E’ passato giusto un mese di NFL football: a parte Carolina e Green Bay, che hanno già riposato, tutte le altre 30 squadre hanno giocato 4 partite, un quarto di quanto sono chiamate a fare per definire le classifiche che poi manderanno le 12 squadre a giocare a gennaio. Ovviamente è un po’ presto per tirare le somme, alcune impressioni di prestagione sono state confermate, al momento, altre completamente ribaltate, molti record dipendono comunque dai calendari e solo in parte definiscono il valore assoluto delle singole squadre. Tutto questo disclaimer, prima di lanciarci in analisi e giudizi (più o meno ragionati) di quelle che sono le 4 squadre fino a questo punto perfette, ma nel male. Tenendo bene presente che da quando i playoff sono passati a 12 squadre, nel 1990, solo una franchigia è riuscita a conquistare la post season partendo 0-4 (i San Diego Chargers nel 1992). Continua a leggere

Categorie: NFL | Tag: , , , , , , , , , | 2 commenti

Jacksonville Jaguars – It was a nice paid vacation to Florida

Ci sono troppi "bravi" in giro per la NFL

Ci sono troppi “bravi” in giro per la NFL

Lo so che in molti si aspettavano da me di continuare il percorso attraverso alla NFC East, magari vogliosi di leggere le mie parole su Elisha e compagni, ma ho avuto forte pressioni da parte della fanbase dei Jaguars e così saranno loro i protagonisti del focus odierno attraverso la NFL. Partiamo da chi non c’è: Tim Tebow – Jacksonville è un matrimonio che non s’ha da fare, c’hanno provato (??) addirittura in AFL, ma niente.

E dire che poteva essere il momento adatto, domanda e richiesta sembravano coincidere, ma così non è stato, peccato! Sarebbe stata una “bella” storia, se non dal punto di vista footballistico, almeno da quello mediatico, perché a guardare il reparto di QB attualmente a roster non c’è interesse né in un verso, né nell’altro.

Invece ci sono un metrosexual (Blaine Gabbert), un talismano al contrario (Chad Henne), un chicazz’è (Matt Scott) e due fratelli d’arte, seppure il secondo di arte diversa (Jordan Rodgers e Mike Kafka). Continua a leggere

Categorie: NFL, Team by team preview 2013 | Tag: , , , , , , , , | 5 commenti

Blog su WordPress.com.