Articoli con tag: luck

Wild Card Game Prediction

Si me l’ero davvero dimenticato, mi ero dimenticato che negli ultimi due anni avevo contributo attivamente alla perdita di credibilità di questo Blog, fornendo delle improbabili “prediction” sui Playoffs NFL. Ma diciamocelo, non è che me ne fossi dimenticato in cattiva fede o perché temessi per la mia reputazione (ma quale poi?), ma semplicemente perché dopo diversi anni sono spettatore maggiormente interessato, avendo la mia squadra del cuore (che poi è la stessa di aza) a lottare per una Wild Card, ed ero quindi in altre faccende affaccendato, nel preparare per il mio Blog (cliccate e leggetene tutti, ndr)……ma che cazzo ve ne frega a voi di tutta sta manfrina, buttiamo giù ‘ste prediction e continuiamo ad infangare il buon nome di “Quel che Passa” con i miei deliri! Continua a leggere

Annunci
Categorie: NFL | Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , | 4 commenti

AFC South 2014 – Preview

Houston Texans

Già a caccia...

Già a caccia…

Cosa è cambiato: quando ti aspetti che l’eterna promessa, l’eterna scommessa, rappresentata negli ultimi anni da Houston è finalmente stata mantenuta/vinta (ai playoff per due anni consecutivi), ecco che i Texans fanno una delle peggiori stagioni della loro seppur giovane e perdente storia, la peggiore assieme al 2005, 2-14 in entrambi i casi. All’epoca al draft, con la prima scelta assoluta, arrivò Mario Williams (e al secondo giro DeMeco Ryans, poi nominato defensive rookie of the year) ed anceh questa volta è toccato ad un DE sentire il proprio nome chiamato per primo dal commissioner Goodell: Jadeveon Clowney è potenzialmente il giocatore con il maggior impatto di questa classe e i Texans non se lo sono lasciati scappare. Il problema principale di questa squadra era però rappresentato dal ruolo di QB: salutati T.J. Yates (eroe per un giorno nel 2011) e soprattutto Matt Schaub (emblema delle scommesse quasi vinte, e che comunque, al di là dell’ultime stagioni, ha avuto un ruolo importante nella crescita della squadra), sono arrivati Ryan Fitzpatrick via FA e Tom Savage via draft, ad affiancare l’unico superstite Case Keenum. Ben Tate aveva parzialmente fallito specie quando ha dovuto riempire le scarpe da titolare, la sua dipartita è stata arginata dall’acquisizione di Andre Brown e l’arrivo via draft di Alfred Blue (6° giro da LSU), in sostanza sarà ancora tutto sulle spalle di Arian Foster, sperando resti sano e non abbia finito la benzina. Mike Thomas è un’acquisizione di contorno nel reparto dei WR (si giocherà il terzo slot con DeVier Posey e Keshawn Martin), dove invece non è cambiata la testa di Andre Johnson (all’ennessima offseason in cui manifesta lo scontento, ma poi rientra nei ranghi). Mentre nel ruolo di TE, l’addio di Owen Daniels (un altro buono, ma su cui mai riesci a puntare per 16 partite) ha aperto una lotta apertissima tra tre giocatori potenzialmente emergenti, con Garrett Graham che ha già iniziato a mostrare le sue doti, rispetto ai più acerbi Ryan Griffin e il rookie, terzo giro, C.J. Fiedorowicz. Dall’altra parte del pallone, detto dell’aggiunta di Clowney su cui ritorneremo, sarà altrettanto interessante seguire lo sviluppo di Louis Nix (terzo giro quest’anno, da LSU) quale NT su cui far ruotare tutto il resto del front 7, per ora però la curiosità sta nel capire perché è stato inserito in PUP list (rotoworld riporta un laconico undisclosed, circa il suo infortunio) e in generale i fisici così grossi sono sempre sospetti in quanto a durabilità. Decisivo sarà anche l’apporto di Chris Clemons, la safety che arriva dai Dolphins, che dovrà rivitalizzare un reparto troppo spesso sotto i riflettori come capro espiatorio nelle sconfitte dei Texans. Continua a leggere

Categorie: Division by division preview 2014, NFL | Tag: , , , , , , , , , , , , , , | 2 commenti

Al tavolo dei pronostici – South

C'è sempre qualcuno più a sud di te

C’è sempre qualcuno più a sud di te

Dopo la neve del nord, spostiamoci nel cuore del football negli USA, gli stati del sud, anche se ci rimane ancora criptico il motivo per cui Indianapolis stia nella South Division (per Dallas nella East ci sono anni di rivalità storico-sportiva almeno….), nemmeno Baltimore (casa precedente dei Colts) era poi così a sud, anzi, vabbè, lasciamo stare questi discorsi pseudo-geografici ed addentriamoci proprio partendo dalla squadra di Luck in discorsi pseudo-footballistici.

Angy: Ci sono buone possibilità che i Colts facciano un bel passo indietro quest’anno, sia perché il calendario sembra più difficile (le due West division, più Cincinnati e Miami), sia perché alcune scelte non mi convincono pienamente, specie in difesa: le firme di Jean-Francois, Franklin, Walden e Landry per svariati motivi non credo pagheranno grandissimi dividendi. Continua a leggere

Categorie: NFL, Team by team preview 2013 | Tag: , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Indianapolis Colts – 2° anno dopo Peyton

Sarò sempre la tua ombra

Sarò sempre la tua ombra

Correva il secondo anno dopo Peyton, ad Indianapolis (che nonostante il nome ammiccante alla Grecia, si trovava negli States) un folto numero di eretici andava facendo proseliti, c’era già chi aveva rinnegato il Messia con il numero 18 a pochi mesi dalla sua dipartita e benediva la venuta di un nuovo Verbo. Quell’anno il nuovo e il vecchio si incontrarono due volte (come se fosse possibile che lo facciano due papi…), il 20 ottobre Peyton tornò dove un giorno lo pregavano, ma quello che vedemmo ai playoff pochi mesi dopo superò ogni immaginazione…..

Non possiamo raccontarvi tutta la storia, anche perché questa non è una “review” ma una “preview”, l’obiettivo personale che mi sono posto nel parlare degli Indianapolis Colts è riuscire a concludere l’analisi senza aver fatto una sola volta il gioco di parole “Luck-Fortuna-Ferro di cavallo”, nel caso cadessi in tentazione, vi concedo la facoltà di smettere la lettura. Continua a leggere

Categorie: NFL, Team by team preview 2013 | Tag: , , , , , | 4 commenti

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.