Articoli con tag: Panthers

NFC South 2014 – Preview

Atlanta Falcons

Gonzalez ha tolto il casco

Gonzalez ha tolto il casco

Cosa è cambiato: spero per loro sia cambiato il preparatore atletico o chi per lui. Dopo un’annata sfortunata sotto molti aspetti, a partire da quello fisico, Atlanta cercherà di rimbalzare senza troppi scossoni a livello di personale: gli interventi più interessanti hanno riguardato le linee, disastrose nella passata stagione. In difesa sono arrivati Ra’Shede Hageman (2° giro al draft), Tyson Jackson da Kansas City e Paul Soliai, da Miami, per ancorare il centro di un nuovo fronte a 3, mentre si registra il ritiro dei Peria Jerry, 24esima scelta assoluta del draft 2009, che difficilmente sarà rimpianto in Georgia (5,5 sack in carriera). Il draft 2009 resta un caso abbastanza raro, a soli 4 anni dal suo completamento infatti ben 5 giocatori del primo giro sono già fuori dalla NFL e ritirati: oltre al già citato Jerry, Jason Smith (2°), Aaron Curry (4°), Aaron Maybin (11°) e Beanie Wells (31°), con Larry English (16°) sulla via per fare la stessa fine. Curioso che proprio uno dei nuovi arrivati ai Falcons (Tyson Jackson) provenga da quello stesso primo giro (3a assoluta)…… Anche per la linea offensiva le aggiunte “di peso” sono 3: le due che arrivano dalla free agency sono Jon Asamoh (altro arrivo da KC) e Gabe Carimi (per cui i tempi in cui dominava al college sembrano molto più lontani dei 3 anni che sono passati dalla sua dipartita da Wisconsin), mentre la sesta assoluta è stata impegnata per prendersi uno dei migliori tackle offerti dalla NCAA, quel Jake Matthews che dopo aver passato gli anni ad indovinare dove stesse andando Manziel per proteggerlo, ora si troverà a bloccare per un QB molto più “vecchio stampo”. Completa il trittico delle acquisizioni dai Chiefs, Javier Arenas (questa volta via Arizona però), che si giocherà il ruolo di ritornatore con un altro nuovo arrivato, Devin Hester. Difficilmente, in entrambi i casi, i due giocatori avranno un ruolo importante e continuativo in situazioni diverse dallo special team. Julio Jones, Roddy White e Harrt Douglas per Hester da una parta e Desmond Trufant, Robert Alford e Josh Wilson per Arenas dall’altra, sembrano piuttosto bloccanti, con quest’ultimo che dapprima ha l’obiettivo di superare il taglio a 53. Non vedremo più giocare in Georgia e nemmeno in giro per la nazione Tony Gonzalez (toh, un altro che veniva da Kansas City), che a 38 anni ha deciso di appendere il casco al chiodo, dopo 17 anni in NFL, 14 pro bowl, 10 all pro, 1325 ricezioni per 15127 yard ed 111 TD, con rare occasioni reali di giocare per vincere e nessuna apparizione al Super Bowl, uno che ha rivoluzionato il modo di intendere il TE entrando senza fatica nella squadra della decade 2000-2010 della NFL, tra 5 anni lo rivedremo a bordo campo, con una giacca dorata, nella hall of fame game che aprirà la preseason 2019. Chiudiamo il cerchio delle nuove acquisizioni con Pat Angerer: all’inizio avevamo sottolineato come sarà necessario per i Falcons stare lontani dagli infortuni, ecco però se se li prendono già rotti poi non possono mica lamentarsene. Continua a leggere

Categorie: Division by division preview 2014, NFL | Tag: , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

NFL in pillole (week 9)

Tom 'simpatia' Brady Richie Incognito non meriterebbe di giocare più nemmeno un minuto in NFL, e molto probabilmente questo non succederà più.

Tutti quelli che stanno criticando, naturalmente come “fonte anonima”, Martin per “non aver affrontato la cosa da uomo, faccia a faccia” con Incognito non sono molto meglio della guardia dei Dolphins.

La buona notizia per i Dolphins è che per fortuna c’è il campo e la vittoria in overtime più strana che esista: quella per una safety. Per i ringraziamenti citofonare Andy Dalton.

Quella di giovedì notte, per altro, è stata la sagra del tackle mancato ed il, per carità pure bello, TD di Bernard l’ha rappresentata ottimamente…

Saranno brutti, fortunati e tutto quello che volete voi, ma i Chiefs sono 9-0 e continuano a vincere pur senza meravigliare, cosa che serve più che altro per i power ranking… Continua a leggere

Categorie: Football, NFL, Pillole | Tag: , , , , , , , , , , , , , , | 4 commenti

Al tavolo dei pronostici – South

C'è sempre qualcuno più a sud di te

C’è sempre qualcuno più a sud di te

Dopo la neve del nord, spostiamoci nel cuore del football negli USA, gli stati del sud, anche se ci rimane ancora criptico il motivo per cui Indianapolis stia nella South Division (per Dallas nella East ci sono anni di rivalità storico-sportiva almeno….), nemmeno Baltimore (casa precedente dei Colts) era poi così a sud, anzi, vabbè, lasciamo stare questi discorsi pseudo-geografici ed addentriamoci proprio partendo dalla squadra di Luck in discorsi pseudo-footballistici.

Angy: Ci sono buone possibilità che i Colts facciano un bel passo indietro quest’anno, sia perché il calendario sembra più difficile (le due West division, più Cincinnati e Miami), sia perché alcune scelte non mi convincono pienamente, specie in difesa: le firme di Jean-Francois, Franklin, Walden e Landry per svariati motivi non credo pagheranno grandissimi dividendi. Continua a leggere

Categorie: NFL, Team by team preview 2013 | Tag: , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Carolina Panthers: gattini o pantere?

2 anni fa i Panthers iniziavano la ricostruzione dopo le macerie lasciate dall’ultimo periodo di Fox: nuovo allenatore (Rivera) e, soprattutto, nuovo QB scelto con la prima assoluta (Newton) che doveva essere il nuovo messia nonostante in molti avessero dei dubbi sulla sua effettiva possibilità di avere successo in NFL. La stagione dell’ex Heisman Throphy fu eccezionale a livello individuale, azzittendo tutti i suoi critici, ma a livello di squadra non ci fu’ quel grosso miglioramento sperato. L’anno scorso la situazione non è cambiata di molto a livello generale: cattiva partenza, sia di Newton che della squadra, e miglioramento sul finale per entrambe le componenti anche se i playoff sono rimasti sempre una chimera. E quest’anno? Continua a leggere

Categorie: NFL, Team by team preview 2013 | Tag: , , , , , , , , , , , , , | 2 commenti

Suonala ancora Sam!

Il sogno bagnato di ogni allenatore d’attacco di football è quello di chiamare x giochi diversi a partire dallo stesso schieramento iniziale e sorprendere ogni volta la difesa. Se poi quei giochi sono lo stesso gioco che viene eseguito in maniera diversa in base allo schieramento e alla reazione della difesa…beh…quell’uomo sarà il più felice, in quel momento, uomo sulla faccia della terra. Dato che nella nostra breve e misera carriera footballistica amatoriale siamo stati, per lo più, dei difensori, evitiamo d’infierire parlando di come, invece, si sentirà l’allenatore della difesa avversaria.

Nello scorso BBVA Compass Bowl, tra Pittsburgh e Ole Miss (“Vecchia Miss” secondo la traduzione di qualche “simpatico” traduttore professionista del film “The Blind side”), quel momento di felicità è stato vissuto dall’allenatore dell’ex università di Michael Oher, Hugh Freeze, che ha chiamato, anche se forse sarebbe meglio dire, fatto eseguire, lo stesso gioco per 5 volte consecutive in un drive che ha portato la sua squadra a segnare un TD in poco più di un minuto percorrendo 48 yard. Non ci credete? Qui c’è il video di questo drive: stessa formazione, stesso schieramento in attacco, stesso gioco eseguito in 5 modi diversi e difesa di Pittsburgh che fa la figura dei Washington Generals (gli sparring partner degli Harlem Globe Trotters). Continua a leggere

Categorie: Football, NCAAF | Tag: , , , , , , , , , | 1 commento

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.