Articoli con tag: preview

Oggi Real Madrid – Juventus: Pogba? Ramos? Tevez e Cristiano!

Tutte le Champions portano a Madrid

Tutte le Champions portano a Madrid

Dodici anni son passati dall’ultima semifinale in Champions League della Juventus, ma dodici sono anche gli anni dall’ultima Finale, e dodici sono infine gli anni da quel famoso doppio confronto Juve-Real Madrid, terminato con il trionfo dei bianconeri, sfavoriti alla vigilia come in questa edizione, ma capaci di ribaltare il pronostico e volare a Manchester per la sfida tutta italiana contro il Milan.

In quella semifinale del 2003, la Juventus perse la partita d’andata al Bernabeu per 2-1, per poi vincere nettamente il ritorno a Torino, mentre questa volta la partita d’andata a Torino ha visto la squadra di Allegri battere il grande Real proprio per 2-1 e stasera cercare di gestire il vantaggio per approdare alla sua ottava finale della massima competizione continentale. Continua a leggere

Annunci
Categorie: Calcio | Tag: , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Guardiola, L’Allianz Arena e il tridente più forte della storia

20150511_gardiola.jpg.pagespeed.ce.1vckxturN-

Se sei il Bayern Monaco e stai perdendo 2-0 al Camp Nou, trafitto da un fantastico uno-due del più forte giocatore del mondo, dopo che sei riuscito a stento a tenere il pareggio, non puoi regalare il 3-0 al 93’ in contropiede con un difensore nella tua metà campo difensiva.

Il goal di Neymar potrebbe essere la tomba sportiva di Pep Guardiola come allenatore del Bayern Monaco e addensare nuvole piuttosto minacciose sulla recente gestione europea del tecnico catalano.

Per analizzare il pre partita della gara di ritorno di stasera all’Allianz Arena ci buttiamo sulle tante amate statistiche, che ultimamente hanno un’importanza sempre maggiore nel calcio di alto livello. Continua a leggere

Categorie: Calcio | Tag: , , , , , , , | Lascia un commento

La notte magica della Juve e Guardiola che torna a casa.

Siamo reduci dalla grande notte della Juventus, che nell’andata della prima semifinale ha battuto il grande Real Madrid, con una partita carica di voglia di dimostrare di essere con pieno merito tra le quattro grandi d’Europa e in grado di conquistare il pass per la Finale di Berlino.

Capolavoro juventino, ma soprattutto capolavoro di Massimiliano Allegri, tanto criticato e snobbato dal popolo juventino al suo arrivo quest’estate dopo il clamoroso addio di Conte (così era stato accolto su queste pagine, ndr), tanto osannato dopo la splendida serata di ieri, dove ha di fatto messo sotto scacco un maestro come Carlo Ancelotti e dimostrato che nelle partite secche europee può tenere testa a tutti.

Con 5 euro ho vinto la partita d’andata…

La scelta di un outsider come Sturaro al posto di Pereyra sembrava troppo azzardata, e invece l’ex genoano ha esaltato la folla disputando una partita di piena garra, salvando di fatto la qualificazione con quella minima deviazione sul colpo di testa di James, che avrebbe dato il 2-1 al Real e spento le speranze juventine.

Quella traversa, successiva di pochi minuti al pareggio di Cristiano Ronaldo, è l’apice dell’unico quarto d’ora in cui i campioni uscenti hanno sovrastato la Juve, zittendo la folla esaltata dal goal di Morata arrivato a chiudere un’azione da manuale del calcio, costruita con un’infinita trama di passaggi.

Per il resto le scelte di Allegri hanno pagato, mentre quelle di Ancelotti hanno deluso.

Continua a leggere

Categorie: Calcio | Tag: , , , , , , , , , , , | 5 commenti

Il tavolo da 100 euro – Semifinali di Champions: Juventus vs Real Madrid

Come trasformare 10 euro in una banconota da 100

Come trasformare 10 euro in una banconota da 100

Il famoso tavolo da 100 Euro è apparecchiato.

Antonio Conte nella sua conferenza stampa prima dell’addio alla Juventus ha coniato una frase, che è rimasta scolpita nei pensieri di quasi tutto il mondo juventino, quasi a diventare un mantra sul quale costruire l’intera stagione.

L’ex allenatore dei bianconeri aveva accusato la dirigenza di non permettergli di avere una squadra che potesse sedere al tavolo di lusso delle grandi d’Europa, anticipando le sue dimissioni che sarebbero arrivati nei giorni successivi.

La dirigenza, spiazzata dalla decisione, aveva virato sull’usato sicuro di Allegri, sperando di non buttare all’aria tutto quello che aveva costruito negli ultimi tre anni.

Stasera allo Juventus Stadium quella dirigenza potrà vedere la propria creatura affrontare il Real Madrid nell’andata della prima semifinale di Champions League, a pochi giorni dalla festa del quarto scudetto consecutivo conquistato con una cavalcata trionfale.

Continua a leggere

Categorie: Calcio | Tag: , , , , , , , , , , , , | 2 commenti

Preview Playoff NBA 2015 – Western Conference

playoffs nba

Continuiamo la nostra preview sui Playoffs NBA affrontando oggi la Western Conference. Non credo ci sia bisogno di spendere tante parole sulla disparità delle due conference nella NBA di oggi dì, basta dare un’occhiata ai record delle diverse squadre. Sappiate solo che gli Utah Jazz hanno concluso la stagione con lo stesso record dei Brooklyn Nets, ma sono stati eliminati dalla corsa ai Playoffs circa un mese fa.

Tuffiamoci quindi ad analizzare le quattro serie di primo turno.

#1 GOLDEN STATE WARRIORS (67-15) vs #8 NEW ORLEANS PELICANS (45-37)
Warriors: Off (109.7; 2nd) | Def (98.2; 1st)
Pelicans: Off (105.4; 9th) | Def (104.7, 22nd)
Season series: 3-1

I Golden State Warriors hanno giocato una regular season storica, ai limiti della perfezione, trasformando ogni singola partita in una sorta di must-see tv. Come dicevamo nel caso degli Hawks, anche per loro servirebbe uno spazio dedicato interamente a quanto mostrato in questa stagione. Alcune chicche che non vogliamo però non sottolineare: Continua a leggere

Categorie: Basket, NBA | Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | 2 commenti

Preview Playoff NBA 2015 – Eastern Conference

NBA3

Archiviamo una delle Regular Season NBA più belle ed interessanti degli ultimi anni, ricca di partite emozionanti (i 37 di Klay Thompson in un quarto; i 57 di Kyrie Irving a casa degli Spurs; qualsiasi partita casalinga dei Warriors; i tripli overtime sparsi per la lega, solo per citare i primi esempi che mi vengono in mente), piena di storyline da prima pagina , di sorprese – positive e negative, maledetti infortuni – di una corsa alla Western Conference che è stata semplicemente sublime e allo stesso terrificante per chi ci si è trovato in mezzo e del mostro a cinque teste che ha rapito il trofeo di MVP (a proposito, il nostro dollaro lo mettiamo su Stephen Curry).

Se qualcuno stesse ancora battendo la testa sulla narrativa della noia della stagione regolare, del basket privo di fondamentali e della mancanza di difesa vi lasciamo con questa citazione, di qualcuno che scriveva ben prima di noi, “Non ti curar di loro, ma guarda e (quelche)passa.”

I Playoffs sono quindi alle porte. Affronteremo in questa preview le otto serie che costituiscono il primo turno, partendo oggi con la sobria Eastern Conference e concludendo domani con il bagno di sangue della Western. Continua a leggere

Categorie: Basket, NBA | Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | 2 commenti

Milano Sanremo 2015: chi può vincerla?

La Classicissima. La Classica di Primavera. La Sanremo. E’ la corsa di un giorno più importante d’Italia e una delle cinque monumento. Quasi trecento chilometri in attesa di una volata, o forse no. Il percorso tra Milano e Sanremo è stato cambiato varie volte nel corso degli anni, spesso per rendere la gara meno prevedibile, più sognatrice. E più si provano ad aggiungere salite, più i velocisti si allenano in inverno per superarle.

Numero di corridori nel gruppo che si è giocato la vittoria dal 1907 a oggi

Numero di corridori nel gruppo che si è giocato la vittoria dal 1907 a oggi

Poggio, Cipressa, Manie: ogni volta che il gruppo diventava più folto all’arrivo si buttava dentro un colle, per bruciare i muscoli degli uomini veloci e dare una speranza ai finisseur più coraggiosi. RCS un paio di anni fa voleva aggiungere addirittura un’altra salita tosta, la Pompeiana, ma Madre Natura si è incazzata, ha mandato giù una frana e ha detto basta: questa non è la Sanremo, sembra più una Liegi dei poveri. Dunque si è tornati al percorso pre-2008, con solo Cipressa e Poggio in chiusura. Tanti si lamentano, dicono che un percorso così può premiare anche il Sig. Nessuno, quello che sta a ruota, rema in ultima posizione finché non vede il traguardo e poi boom, piazza lo sprint da non si sa nemmeno dove. Ma sbagliano. Non vinci la Sanremo se sei un Sig. Nessuno. Perché la selezione non la fanno solo i colli, la fanno anche i chilometri, e se dopo 300 chilometri ne hai ancora per alzarti sui pedali e sverniciare tutti, beh, per me te la sei meritata tutta. La Sanremo non è una corsa per velocisti, è una corsa per gente con un motore da fuoriclasse, è una corsa che dà una chance a tutti, dal velocista allo scalatore, basta che abbiano le gambe. Continua a leggere

Categorie: Ciclismo | Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , | 3 commenti

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.