Articoli con tag: Quintana

Irlanda, Australia, Colombia, Italia: il Giro 2014

Il più forte

Il più forte tra i colombiani, quindi il più forte di tutti

Per raccontarvi la 97esima edizione del Giro d’Italia partiamo autocitandoci: poco più di un anno fa, grazie all’intuizione di Carmine, v’avevamo raccontato di una interessante evoluzione di una scuola di ciclismo, quella colombiana. Partiamo da lì per descrivervi quello che è stato a tutti gli effetti un giro dominato da loro, con 10 maglie rosa (4 Uran, 6 Quintana), primo e secondo posto nella generale con gli stessi Quintana e Uran, miglior scalatore nella classifica dei gran premi della montagna con Arredondo che è riuscito a vincere anche una delle tappe più belle, quella con l’arrivo a Rifugio Panarotta, oltre che essere costantemente in fuga, piazzamenti e attacchi con Duarte, Pantano, Chalapud, Sebastian Henao (cugino del sospeso Sergio) e altri che ci dimentichiamo: erano ovunque e hanno esaltato questa corsa. Continua a leggere

Annunci
Categorie: Ciclismo | Tag: , , , , , , , , , , , | 3 commenti

Qui finisce l’errore ed inizia il pretesto

Moto rossa...per tutti?

Moto rossa…per tutti? Anche per Quintana, Rolland e soci…

L’anno scorso la tappa Ponte di Legno – Val Martello era stata cancellata, causa maltempo, e c’aveva lasciato un giro vinto da Nibali ma un po’ mozzato (anche da altre tappe modificate) e dal sapore un lievemente insipido. A 12 mesi di distanza è la stessa tappa, con gli stessi passi Gavia e Stelvio, a restituirci un giro stavolta sin troppo speziato, ma che in sostanza, allo stesso modo, attutisce, a prima vista, i meriti sportivi dei vincitori e i demeriti degli sconfitti (anche se per il momento siamo davanti a giudizi comunque parziali).

Prima la fredda (gelata, innevata…) cronaca. A pochi km dalla Cima Coppi, Cataldo scatta dal gruppo della maglia rosa e ravviva un po’ la corsa, la Movistar è dalla partenza che tiene alto il ritmo lasciando presagire che anche oggi Quintana vuole guadagnare qualcosa o forse anche più di qualcosa rispetto alle salite della seconda settimana. Continua a leggere

Categorie: Ciclismo | Tag: , , , , , , , , , | 1 commento

Il Tour 2013 in pillole – Frullate, ventaglioni e però Peraud…

Il ciclismo è (anche) questo

Il ciclismo è (soprattutto) questo

Fughiamo subito le ironie, fin troppo facili quando si parla di ciclismo: non quelle pillole.

Froome e le sue frullate, o per meglio dire le sue froollate? Froomate? Vabbè ci siamo capiti, sono la novità, sicuramente preparata con un allenamento specifico dietro, gli allunghi 40″ e 20 di recupero sono diventati famosi per chi ha seguito il Tour su Eurosport. Io resto abbastanza dubbioso sulla reale efficacia sul lungo periodo, sul Ventoux e sui Pirenei ha avuto ragione lui, sulle salite alpine nella terza settimana è stato molto meno brillante: quella cadenza pazzesca prima o poi ti resta sulle gambe. Continua a leggere

Categorie: Ciclismo, Pillole | Tag: , , , , , , , , , , , , , | 2 commenti

Fame di vittoria

Sembriamo due disperati

Sembriamo due disperati?

C’era uno sciocco che ieri dava per impossibile una crisi per Froome, voi credete che oggi quello stesso sciocco non possa scrivere di ciclismo?! Vi sbagliate. Ma oggi parliamo di corsa, perché la doppia scalata dell’Alpe d’Huez, la discesa dal col de Sarenne e ancor prima l’ascesa sul col de Manse c’hanno fatto divertire e hanno dato parecchi spunti di discussione.

Parto dall’inizio per affrontare il primo argomento: la tattica della Saxo-Tinkoff. E quando dico inizio intendo proprio inizio, il chilometro zero, nemmeno fosse una gara di NASCAR con la pace car che si fa da parte e tutti che scattano a piena velocità. Il team Sky (ancora una volta…) si fa trovare impreparato, Froome è praticamente da solo e chiude una, due, tre volte sui ciclisti della Saxo-Tinkoff, un atteggiamento inusuale per uno che indossa la maglia di leader di un grande giro. Fatto sta che, pur se in prima persona, Cristopher riesce ad evitare che qualche compagno di Contador e di Kreuziger riesca ad entrare nella fuga che invece all’ennesimo tentativo se ne va (eccome se ne va….andrà talmente via che arriverà al traguardo). Continua a leggere

Categorie: Ciclismo | Tag: , , , , , , | Lascia un commento

Dalle Ande agli Appennini – Colombia alla conquista dell’Europa

Anno dopo anno i prospetti Colombiani che si affacciano nel ciclismo che conta. Spesso spariscono dalla scena più veloci di una meteora, aumentando i -a volte giusti- sospetti riguardo una loro non proprio pulita condotta.
Prendo spunto da un commento fatto su questo blog da Angyair.

«Mi incuriosivo soprattutto perché dalle descrizioni mi sembrano non i classici corridori colombiani del passato ma corridori più “completi”»

L’osservazione è giustissima. E per accorgesene basta analizzare alcuni dati, anche i più semplici. Guardando i punti UCI World Tour, ci si accorge che la Colombia è la prima forza mondiale extra-europea al momento, davanti perfino a Stati Uniti ed Australia. Questo nonostante Richie Porte (australiano) sia attualmente terzo nella classifica individuale. Continua a leggere

Categorie: Ciclismo | Tag: , , , , , , , , | 7 commenti

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.