Articoli con tag: ricciardo

Pagelle Formula 1 2014

Cala il sole sopra il circuito di Abu Dhabi e sul campionato di Formula 1. Ad avere la meglio è Lewis Hamilton che nel week-end conclusivo porta a casa gara e titolo, il secondo per l’inglese. Un campionato conquistato dopo una lotta “fraticida” durata 18 gare con il compagno di team e amico Nico Rosberg, una lotta aperta fino all’ultimo grazie anche, ma non solo, alla folle idea del doppio punteggio nell’ultimo appuntamento del Mondiale. Una gara che oltre ad incoronare King Lewis II, ha visto per l’ultima volta Vettel con la casacca Red Bull ed Alonso vestito in rosso e che potrebbe essere stata l’ultima in Formula 1 per Jenson Button. Ed ecco per l’occasione il pagellone di fine stagione. Continua a leggere

Categorie: Motori, Uncategorized | Tag: , , , , , , , , , | Lascia un commento

Ci eravamo tanto amati

"We've been friends" un tempo...

“We’ve been friends” un tempo…

We’ve been friends a long time&as friends we have our ups&downs. Today we spoke&we’re cool, still friends #noproblem” (@LewisHamilton, 25 Maggio 2014). Se la stagione 2014 di Formula 1 fosse un film molto probabilmente si intitolerebbe “Ci eravamo tanto amati” e quel tweet di Lewis Hamilton sarebbe sicuramente la frase simbolo. Spa-Franchorshamps è solo l’ultimo capitolo della guerra fraticida tra Lewis Hamilton e Nico Rosberg e mette quasi sicuramente la parola fine all’amicizia tra i due. Un’amicizia iniziata negli anni dei kart e che il destino ha deciso di mettere alla prova affidando ai due piloti non una macchina, ma un vero e proprio missile tedesco capace di annientare la concorrenza. E come se non bastasse il team ha deciso di adottare una politica libera tra i due, permettendo a Nico e Lewis di scannarsi per il dominio. Continua a leggere

Categorie: Motori | Tag: , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Formula 1 o Formula noia?

Foto di classe 2014. E sì, quello che sorride è proprio Kimi

Foto di classe 2014. E sì, quello che sorride è proprio Kimi

Ore 6.30 di Domenica mattina. Sveglia per molti appassionati che si sono alzati per assistere al primo Gran Premio di Formula 1. O meglio Formula Noia. Sì, sì, proprio noia (“no, non ho detto gioia” come cantava il Califfo).
Una Formula 1 fatta di regolamenti deliranti che hanno portato alla formazione di trenini interminabili di auto,  motori silenziosissimi (l’aspirapolvere di casa mia fa più rumore) e ritiri dovuti all’affidabilità. In tutto questo a spuntarla è stato Rosberg, che ha vestito i panni del Vettel 2013 , partendo a fionda al semaforo verde e rimanendo davanti tutto il tempo fino alla bandiera a scacchi. Il suo compagno Hamilton, che molti davano per vincitore forte anche della Pole position, è costretto al ritiro causa motore. Stessa sorte tocca a Vettel che dura 4 giri prima che il muretto lo richiami ai box per salvaguardare il motore. Il compagno del 4 volte campione invece al debutto con la Red Bull ottiene un secondo posto: primo podio in carriera per l’idolo di casa Daniel Ricciardo, podio revocato poi causa squalifica, ma entreremo nei particolari tra qualche riga. Continua a leggere

Categorie: Motori | Tag: , , , , , , , , | 2 commenti

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.