Articoli con tag: serie A

Se il Carpi lascia Carpi…

Questo è un pezzo degno de L’ultimo Uomo e, ovviamente, non ci riferiamo alla qualità ma alla quantità; la durata e la dimensione, insomma, per dirla alla Rocco Siffredi anche lui, a modo suo e nel suo mondo, un ultimo uomo. Di sicuro c’è che, se riuscite a leggere tutta l’inutilità di The Legend (sì, lui, il Roby Baggio d’America..), riuscirete a terminare anche l’inutilità del presente. Questo è un pezzo che nasce dall’idea di soffocare tutta la merda che sta riempiendo i social network, in particolare “il” social network, quello che la S maiuscola, quello che ci fanno anche i film, quello che meglio rappresenta il malessere della società occidentale e che ti fa dire che, in fondo in fondo, se i Maya ci avessero azzeccato, un paio di anni fa, l’Universo non avrebbe perso poi tanto. Questo pezzo nasce dalla necessità di spiegare perché, su questo sito, potrebbe non nascere mai una rubrica dedicata al Carpi intesa come squadra di calcio come avevamo promesso (non è vero, non abbiamo promesso nulla ma mettiamo le mani avanti).

8DallasCowboys

Una cheerleader dei Dallas Cowboys, per darvi un’idea

Nasce per sfogare un po’ di frustrazione perché ovviamente se il Carpi non gioca a Carpi non è esattamente il Carpi. Al tempo stesso urge fare anche chiarezza su quelle condizioni che rendono, a oggi, impossibile giocare in città e perché questo costituisca un problema qua, nel cuore dell’Emilia, ma non sarebbe lo stesso altrove. Al di là della politica e del pensiero di ognuno, in questi mesi abbiamo analizzato, studiato, vivisezionato i post e i pensieri dei carpigiani, soprattutto quelli che “se vai a vedere il Carpi in Lega Pro sei uno sfigato” ma oggi vogliono una copia in miniatura del Cowboys Stadium con tanto di Cheerleaders dei Dallas Cowboys in prestito con diritto di riscatto. Tanto, si sa, il DS Cristiano Giuntoli può tutto. E fortuna che oggi il partito di maggioranza si chiama PD, se no non potremmo più nemmeno riferirci a Giuntoli come DS, pena la gogna mediatica sul “The” social network. Andiamo quindi mettere a i paletti là dove vanno messi, ragionando con obiettività, certo, ma non abbandonando il nostro concetto di sport professionistico che tanto deve all’evoluzione sportiva degli anglosassoni (che sarà anche calcio moderno ma è anche trasparenza, equilibrio e impianti degni di nota).

Continua a leggere

Categorie: Calcio | Tag: , , , , , , , , , , , , | 7 commenti

Calcio in Pillole – That win the best

Chievo - Milan in 4 facce

Chievo – Milan in 4 facce

Chievo-Milan: due legni in mezzo ad un mare di sbadigli. E il Chievo fa un altro punticino…“la pegora magna e camina”

“Non ricordo squadre che hanno vinto 0-3 o che hanno dominato a Verona contro il Chievo

Non abbiamo subito gol per due partite di fila” (Cesena e Chievo, 24 e 18 gol fatti in 25 partite)

Mpoku pare avere colpi e visione, avrà già brevettato la mpoku?

Juanito Gomez entra, si avvicina furtivo all’area di rigore, la punizione viene messa sul secondo palo e lui colpisce indisturbato. Sonnolenti.

Conti era diffidato, Conti viene ammonito, Conti sarà squalificato. Passato, presente e futuro del verbo danielecontare. Continua a leggere

Categorie: Calcio, Pillole | Tag: , , , , , , , , , , , , | 1 commento

Pillole di calcio – Ha pareggiato il Cesena…e non solo

Lui lo aspettava da quasi 3 anni.

Lui lo aspettava da quasi 3 anni.

Alla fine doveva accadere, il Cesena doveva pareggiare. E alla Juve è andata anche bene.

Pareggi 2-2, sbagli un rigore a 10′ dalla fine e ti va bene? Sembra assurdo, ma è così. Approccio sbagliato e secondo tempo al piccolo trotto, in una parola sola: arroganti.

Povero Vidal, uno dei pochi, assieme a Buffon, a salvarsi nel primo tempo e dopo il rigore tutto il popolo juventino a volerlo mettere sul primo aereo per “vaffanculo”. Continua a leggere

Categorie: Calcio, Pillole | Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , | 2 commenti

Spunti tattici n.2 – Juventus vs Roma

juventus-roma-58909

Il big match del campionato italiano, quello che per tutti sarà ancora una volta il duello dominante per il titolo della Serie A, ha creato numerose emozioni, quasi tutte però non derivanti dal calcio giocato, e come spesso accade per i grandi scontri del nostro calcio, si è finito a gridare di complotti e danni, piuttosto che di schemi, spunti tattici e giocate individuali.

Nonostante sia stato un match pieno di tensioni, ad un occhio attento e imparziale anche questo Juventus – Roma, come tutti i grandi duelli del calcio europeo, ha sviluppato delle idee tattiche interessanti da analizzare, anche se figlie di una tattica consolidata nelle precedenti edizioni delle due squadre, piuttosto che una novità figlia di questa stagione.

Continua a leggere

Categorie: Calcio | Tag: , , , , , , , , | Lascia un commento

L’importanza del “No Comment”

Non sono azzurro di sci

Non sono azzurro di sci

A “Quel che passa” non siamo quasi mai tempestivi, è che ci pesa un po’ il culo ad alzarci dal divano per raggiungere la scrivania e buttare giù due righe. È altresì vero che, archiviata la stagione del football giocato (almeno quello negli States), mi stavo guardando intorno per non lasciare troppo nel silenzio questo blog: il 6,16 di Lavillenie avrebbe meritato il giusto spazio, se non altro per l’effetto sorpresa con cui mi ha colto, però ho provato a demandarlo a chi sicuramente ne sa più di me; poi c’è Sochi 2014, ma mi sono promesso ancor prima che i giochi iniziassero di non farmi risucchiare dal vortice di quelli che sono stati “azzurri di sci”, in sostanza seguo quanto posso, mi diverto (beh USA-Russia di hockey maschile s’è lasciata vedere….), ma risulterei ridicolo se dovessi mettermi a raccontarveli. Continua a leggere

Categorie: Calcio, Sport e Televisione | Tag: , , , | 1 commento

Un modo diverso di raccontare sport esiste

Ieri sera ho goduto davanti alla tv e non parlo della schiacciata di Gasol, dei tiri impossibili di Kobe, o delle sessioni di jazz di Melo, nemmeno dello strapotere di Lebron o semplicemente del basket che scorre nelle vene e nelle mani di Durant, ho goduto per 5 ore (alla faccia dei maiali) guardando uno dei punti più alti toccati dal giornalismo sportivo italiano degli ultimi anni, solitamente abituato a rortolarsi nel fango. Continua a leggere

Categorie: Sport e Televisione | Tag: , , , , , , | Lascia un commento

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.